Finanziamenti Artigiancassa 2019: Prestiti a Fondo Perduto, Microcredito, Incentivi e Agevolazioni

Cos’è

Cos’è Artigiancassa? Iniziamo con il raccontare in breve la storia di questo istituto per comprenderne le basi fondanti e avere un’idea dell’effettiva funzione di questo. Artigiancassa S.p.a. nacque nel periodo post-bellico, nel 1947 con il nome di Cassa per il Credito alle Imprese Artigiane, un ente pubblico sussidiario al Ministero del Tesoro.  La sua funzione era appannaggio delle imprese a carattere artigiano appunto e aveva la competenza sull’erogazione e la gestione degli aiuti, dei contributi e delle agevolazioni rivolte al settore.

In seguito fu adibita a ente con competenza sulla gestione dei fondi le cui provviste erano destinate ad agevolare l’accesso delle imprese artigiane al credito, per promuovere la rinascita economica del paese. In seguito seguì un processo evolutivo passato dalla regionalizzazione delle competenze fino all’affiancamento da parte di altri enti privati in modo da costituire strumenti creditizi accessori.

E’ nel 1994 che avviene la svolta, grazie alla politica di privatizzazione imposta dall’allora attuale esecutivo: in seguito, nel 1996 entra a far parte del Gruppo BNL grazie all’acquisizione da parte di questa del 73,86% del capitale azionario (con il restante 26,14% appannaggio di CNA, Confartigianato, Casartigiani e Fedart Fidi). Nel 2006, BNP Paribas assorbe sia BNL, sia tutti gli enti facenti parte, compresa Artigiancassa.

Dal 2009 Artigiancassa non solo si occupa della gestione di agevolazioni e incentivi, ma eroga direttamente anche prodotti e servizi finanziari attraverso propri punti vendita, ovvero Confidi artigiani convenzionati e Associazioni; grazie al gruppo BNP Paribas, una vasta gamma di prodotti sono offerti a tutti gli artigiani, dal mutuo, al prestito, passando per l’emissione di una carta di credito, leasing, conti correnti etc.  Artigiancassa S.p.a. ha, allo stato attuale, un capitale sociale di 10.000.000€ ed aderisce al Fondo Interbancario di tutela dei depositi, affiancando i maggiori istituti bancari internazionali.

Dopo questa breve descrizione storica, abbiamo ora un’idea del tipo d’istituto o ente con cui abbiamo a che fare e quali potrebbero essere i vantaggi per la nostra attività d’impresa artigiana. I prodotti erogati da Artigiancassa, sono un ottimo inizio per finanziare i nostri progetti, siano essi la concezione di una nuova start up a vocazione sociale o innovativa oppure un investimento in altro ambito artigiano.

Nei prossimi capitali cercheremo di descrivere brevemente e in modo efficace l’offerta erogata da questa società del Gruppo BNP Paribas, i finanziamenti a fondo perduto, quelli agevolati, il microcredito e tutti gli strumenti idonei a favorire e promuovere la nascita di nuove imprese e la crescita socio-economica del territorio.

 

Finanziamenti a Medio e Lungo Termine

Come abbiamo già accennato nella prefazione, Artigiancassa S.p.a. è una società di credito fondata a inizio come ente pubblico, poi trasformatosi in seguito a privatizzazione. Divenuto ora parte integrante del Gruppo BNP Paribas, l’istituto offre nel 2019 finanziamenti a fondo perduto, finanziamenti agevolati, oltre una vasta gamma di prestiti e soluzioni finanziarie per gli imprenditori in genere, in particolare a favore degli artigiani.

Oltre a tutto questo, Artigiancassa presenta all’interno del suo panel, molteplici altri prodotti, tra i quali segnaliamo questi in sintesi:

  • Conto Corrente in Novo. Un conto che si adatta alle nostre specifiche esigenze, compresi i costi. Dedicato alle PMI e alle imprese artigiane, prevede un canone mensile molto ridotto se l’utilizzo avviene solo on line(5€ contro i 15€ del servizio allo sportello) . Gli altri costi sono:
    • Zero spese d’invio estratto conto se elettronico;
    • Un euro se l’estratto è inviato cartaceo;
    • Domiciliazione utenze 0€;
    • Carnet Assegni 4,50€;
    • Canale telematico mensile 9,76€.
  • Telepass per Biz. Possibilità per le imprese abbinare tutti i servizi Telepass Fleet e Telepass Pay al conto BNL con l’opportunità di avere un fido per il pagamento di carburante, taxi e parcheggi blu a pagamento(500€ mensili al costo di 0,50€, senza interessi), oltre i servizi di noleggio Arval con un canone mensile azzerato sul noleggio a lungo termine;
  • Carta di Credito. Rivolta sempre alle PMI e agli artigiani, con un plafond da 1.000€ a 8.000€ e 250€ massimi erogabili quotidianamente come anticipo di denaro. Può essere utilizzata per qualunque acquisto on line;
  • POS Artigiancassa. Sistema elettronico d’incasso, pagamento e di management totale, abilitato ai maggiori circuiti internazionali (Visa, Mastercard etc.).
  • POS Business.
  • POS Business Plus.
  • Noleggio a Lungo Termine con partner Arval. Soluzione conveniente grazie alla convenzione con l’impresa di noleggio di veicoli commerciali; ci consentirà di guidare un veicolo con tutti gli optional e i costi assicurativi e amministrativi già sostenuti per un certo lasso di tempo, risparmiando fino al 25% rispetto al prezzo d’acquisto.

 

Servizi Digitali

In aggiunta troviamo diversi servizi digitali tesi e orientati ad ampliare la platea di potenziali clienti, ammodernando i processi di apprendimento e d’acquisizione informazioni grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie digitali. Abbiamo diverse app sviluppate proprio dal team di Artigiancassa:

  • Swizzy per il Beauty. App dedicata alle piccole e micro imprese del settore Bellezza con strumenti di marketing facili e disponibili;
  • Swizzy per la Ristorazione. Dedicata agli imprenditori del settore alimentare, permette la creazione di una propria applicazione e la veicola sui canali social, oltre a fornire strumenti diversi utili di marketing;
  • Swizzy per la moda. Strumenti diversi e utilità fruibili da chi vuole intraprendere un’attività d’impresa nel settore moda;
  • Mob@rt. App finalizzata a ridurre la distanza tra cliente e impresa, consente di avere tutte le informazioni sugli ArtigianPoint e sull’offerta di prodotti;
  • Virtual CFO. Soluzione realizzata a supporto delle imprese, basata su Big Data e sulla Machine Learning; grazie a quest’applicazione, potremmo analizzare il fabbisogno finanziario della nostra azienda e di avere sotto controllo l’andamento economico della nostra impresa. CFO sta per Chief Financial Officer, il nostro commercialista virtuale personale!

 

Finanziamenti Artigiancassa 2019

Ritornando alla questione che più preme al lettore, quella dei finanziamenti, possiamo individuale una notevole gamma di prestiti rivolti a determinate categorie, per natura ed esigenze specifiche diverse. I prodotti sono stati disegnati rispettando le prerogative di questa o quell’altra impresa, di questo o quell’altro caso. Sul portale di Artigiancassa sono così suddivisi in macrotemi:

  • Imprenditoria Femminile;
  • Medio-Lungo Termine;
  • Breve Termine;
  • Leasing;
  • Partnership.

Ponendo l’attenzione sul tema del capitolo, i finanziamenti a medio e lungo termine, questi particolari strumenti sono utilizzati in modo massiccio dalle PMI e dagli artigiani proprio per la durata molto lunga in grado di ammortizzare investimenti ingenti. Sul portale web sono presentati in schede differenti informative e divisi per caratteristiche peculiari.

 

Prestito Artigiancassa Investimenti

Un prodotto creato per i finanziamenti a tasso fisso o variabile destinato ai grandi e piccoli investimenti in beni capitali e nelle risorse utilizzabili nel processo produttivo. Il finanziamento è veloce, flessibile, competitivo e agevolabile con la possibilità di usufruire di una consulenza personalizzata durante l’iter di domanda. I destinatati di questa misura, sono le ditte individuali, le società cooperative, le società di persone, società di capitali anche neocostituite, preferibilmente iscritte all’albo degli artigiani.

L’oggetto riguarda l’acquisto di laboratori, macchinari, autoveicoli, materie prime con importi finanziabili da un minimo di 10.000€ a un massimo di 1.000.000€. L’importo finanziato sarà erogato in unica soluzione sul conto corrente del richiedente.

Il piano di estinzione del debito, avrà durata di 2, 3, 4, 5, 7 oppure 10 anni, più un periodo concordato di preammortamento (n.d.r. durante il quale non si paga alcuna quota capitale)  con la facoltà di richiedere  la deroga del piano fino ad un massimo di 15 anni se in presenza di garanzia reale. La quota interessi sarà soggetta a un tasso fisso o variabile dipendentemente da due parametri:

  • Tasso Fisso: IRS parametrato alla durata del finanziamento (ad esempio, per un piano decennale si applicherà EURIRS 10A);
  • Tasso Variabile: Euribor parametrato alla periodicità della rata (in questo caso è prevista solo quella mensile).

Il finanziamento può essere garantito da ipoteca, pegno, privilegio, fidejussione e Garanzia Confidi con il rimborso rateale addebitato direttamente su conto corrente.

 

Prestito Artigiancassa Scorte

Prodotto a tasso fisso o variabile destinato a finanziare, come fa intuire il nome, l’approvvigionamento di materie prime, semilavorati o prodotti finali con funzione di scorta, oltre all’altro ambito d’applicazione, il reintegro del capitale circolante di un’azienda. Destinato alle ditte individuali, società di persone, di capitale anche neo costituite, individua l’importo finanziabile in una forbice tra i 10.000€ e 1.000.000 di euro.

La durata del piano di rientro è di 2,3,4 o 5 anni più il periodo di preammortamento con la facoltà di estensione a 10 anni solo in presenza di garanzia reale.   Il tasso d’interesse applicato è fisso se parametrato sempre secondo l’indice IRS e variabile se dipendente da quello Euribor; le garanzie con le quali si può richiedere l’allungamento del periodo sono indicate nei diritti di ipoteca, pegno, privilegio, fidejussione e Garanzia Confidi.

La periodicità delle rate è frutto di scelta da parte del finanziato, tra quelle disponibili (mensile, trimestrale o semestrale).

 

Prestito Artigiancassa Sicurezza del Lavoro

Misura molto importante poiché agevola investimenti strutturali sul posto del lavoro tesi a generare maggiore sicurezza e miglioramento dei livelli di salute.  E’ un prodotto a tasso fisso o variabile destinato a finanziario un progetto di spesa con le finalità ivi descritte.

Il prestito può riguardare solo il 70% del totale delle spese relative, con importi erogabili da un minimo di 10.000€ a un massimo di 100.000€. La durata del piano di rimborso sarà di 2,3,4,5 anni compreso un periodo di preammortamento  con rate a cadenza mensile e tasso d’interesse legato agli indici IRS o Euribor già descritti.

Essendo una misura pensata a favorire e migliorare il benessere dei luoghi di lavoro, nonché ridurre gli incidenti sempre statisticamente rilevanti, ci sono alcuni vantaggi ritagliati su misura: consulenza personalizzata e assistenza, facilità di accesso al credito e rapidità nella risposta, prezzo personalizzato e garanzia prestata da Confidi.

 

Prestito Artigiancassa Telematica

Prestito erogato con finalità d’acquisto di sistemi telematici ovvero quelli che favoriscano l’attività informatica e di telecomunicazione. L’importo va da 10.000€ a 1.000.000€, restituibile in 2, 3, 4, 5, 7, 10 anni più periodo di preammortamento (deroga di 15 anni possibile). La rata può essere a cadenza mensile, trimestrale o semestrale.

 

Prestito Artigiancassa Ristrutturazione e Risparmio Energetico

Prodotto finanziario per la ristrutturazione dei locali ed esecuzione dei lavori di efficientamento energetico con cifre dai 10.000€ ai 150.000€. La durata del rimborso varia dai 2 ai 5 anni più un periodo di preammortamento e la rata ha cadenza mensile. Anche in questo caso il tasso d’interesse applicato può essere fisso o variabile, dipendente dagli indici IRS o Euribor.

 

Prestito Artigiancassa Investimenti Regionali

E’ un prodotto di finanziamento erogabile in un’unica soluzione oppure per Stato di Avanzamento Lavori (S.A.L.), soggetto a tasso variabile e destinato a sostenere e promuovere lo sviluppo all’estero, l’innovazione e la formazione dei propri collaboratori.

Il prestito può integrare le agevolazioni previste dalla Legge Regionale numero 2 del 2002 emanata dalla Regione Veneto. I destinatari di questo strumento, ovviamente, devono avere residenza o sede legale nella Regione indicata, ossia il Veneto. Gli importi erogabili sono molto importanti, visto il carattere particolarmente politico di questa soluzione: da un minimo di 25.000€ a un massimo di 300.000€. La durata del piano di ammortamento prevede due sole soglie:

  • Nel caso di versione classica 5 anni più periodo di preammortamento massimo di 12 mesi;
  • Nel caso di finanziamenti per acquisti immobiliari, 10 anni più periodo di preammortamento di 24 mesi massimo.

Il tasso d’interesse applicato è variabile e differente in ambedue le casistiche:

  • 50% con quota Euribor 3/6 mesi m.m.p. divisore 360 + maggiorazione e l’altro 50% a tasso zero;
  • Per le società di capitale e gli acquisti immobiliari 60% con quota Euribor 3/6 mesi m.m.p. divisore 360 + maggiorazione e l’altro 40% a tasso zero.

Il finanziamento sarà erogato direttamente sul conto corrente del titolare della ditta individuale o dell’impresa in unica soluzione e, durante il periodo di preammortamento, si pagherà solo la quota interessi.  La periodicità rateale potrà essere scelta tra quella trimestrale e quella semestrale. E’ possibile richiedere questo particolare strumento, se siamo residenti nel Veneto nel 2019, avviando la procedura di domanda negli ArtigianCassa Point presenti nelle filiali BNL, nelle sedi specifiche e nelle Associazioni di categoria e nei Confidi.

 

Piccole Imprese e Micro Imprese

Per quanto concerne i prestiti a medio e lungo periodo descritti, le piccole e micro imprese (meno di 10 dipendenti) artigiane possono ricorrere al credito agevolato stabilito dalla legge 949 del lontano 1952, legge che promuove l’accesso alla finanza per le imprese piccole e medie nel periodo di ricostruzione post-bellico, quindi in difficoltà economica.  La legge descrive particolari requisiti per poter accedere all’agevolazione; la nostra attività artigianale deve essere finalizzata alla produzione di beni finali, semi lavorati o alla prestazione di servizi. Le imprese devono dimostrare l’iscrizione all’albo degli artigiani e se sono società consortili o consorzi, l’iscrizione alla Sezione Speciale dell’albo citato.

La legge 949/52 vuole favorire diversi interventi, tra i quali l’acquisto di macchinari, autoveicoli industriali e attrezzature, costituzione di scorte, materie prime e del magazzino, ampliamento e costruzione di laboratori.  Tra le spese agevolabili si potrebbero annoverare anche quelle relative al marketing, alla formazione del personale, le campagne promozionale, le partecipazione alle fiere, l’acquisto di software etc.

L’agevolazione consiste in un contributo interessi e in conto capitale grazie ai fondi messi a disposizione dallo Stato o dalle Regioni ovvero in una forma di agevolazione fiscale; il primo tipo può includere tutto il 100% dell’investimento fino a un massimo di 500.000€ e un minimo di 100.000€. Se siamo una cooperativa artigiana, il contributo può arrivare a una cifra massima di 100.000€ per ogni socio.

Al fine di richiedere la contribuzione prevista ex lege, è necessario rivolgersi agli istituti convenzionati, di solito, ad ArtigianCassa; infatti, nei prestiti a medio lungo termini descritti sopra, è possibile applicare queste agevolazioni, previo controllo dei requisiti essenziali e necessari.

 

Piccolo Finanziamento a Breve Termine

Abbiamo finora analizzato diverse soluzioni erogate da Artigiancassa per i finanziamenti a medio-lungo termine, ma esiste una categoria altrettanto importante, seppur più contratta e facilmente accessibile senza tutte le garanzie necessarie per ottenere i prestiti con tempi d’estinzione più lunghi: il finanziamento a breve termine.

Di solito questo, per sua natura, si rivolge ai soggetti considerati più fragili dal sistema creditizio: le donne, quindi le imprese femminili, i giovani, le start up, etc.

Un elenco di questi strumenti presenti sul portale ci darà il via per poter analizzare in dettaglio le misure a breve termine fruibili allo stato attuale:

  • Anticipo Contributi;
  • Scorte a breve termine;
  • Prestito l’artigiano in Fiera;
  • Anticipo Lavori Ristrutturazioni e Risparmio Energetico;
  • Certificati SOA e Qualità;
  • Anticipo Contributi Inail;
  • Smobilizzo Crediti – Regione Marche.

 

Artigiancassa Anticipo Contributi

E’ il finanziamento a breve termine restituibile con tasso variabile, destinato a rendere disponibile in via anticipata, il capitale derivante dai contributi agevolativi, secondo la normativa legata alle leggi 488/92, 215/92 e ai Patti Territoriali.

Ditte individuali, e società anche appena nate, seppur iscritte nell’apposito Albo degli artigiani, sono soggetti che possono fruire di quest’anticipo. In aggiunta, anche quelle beneficiarie di specifiche agevolazioni possono avanzare le proprie richieste; pensiamo all’imprenditoria femminile (legge 215), l’artigianato (legge 488) etc.

Il finanziamento pone però alcuni limiti: deve essere di almeno 10.000€ ed essere pari al 90% del diritto contributivo.  Il tasso applicato sarà quello variabile, come detto, pari all’indice Euribor a 3 mesi più uno spread della durata di 18 mesi meno un giorno. Gli interessi hanno periodicità trimestrale e l’estinzione di questo debito avverrà in un’unica soluzione, alla scadenza, mediante accredito del contributo di nostro diritto. In pratica, l’ente ci anticipa prima una somma di denaro che otterremo comunque dopo.

 

Artigiancassa Scorte a breve termine

E’ il finanziamento destinato a rimpinguare il nostro magazzino, le scorte di materie prime e semilavorati necessari alla nostra impresa artigianale. L’importo minimo previsto è di 10.000€ da restituire con un tasso variabile in base trimestrale con indice Euribor 3 mesi più spread. La durata massima prevista per il piano di rientro è sempre di 18 mesi meno un giorno con estinzione in un’unica soluzione da corrispondere alla scadenza.

 

Artigiancassa Prestito Artigiano in Fiera

E’ uno strumento ideato per tutti quegli artigiani che vogliono partecipare all’omonima fiera che si tiene da più di 20 anni ed è un must per gli appassionati e gli addetti ai lavori, crogiuolo di nuove opportunità e di possibili investitori. Artigiano in Fiera ha un sito tutto suo nel quale si indica anche la data della prossima apertura, tra il 30 novembre e l’8 dicembre 2019.

Se volere partecipare ed esporre le vostre opera, potete usufruire di questa linea di credito pensata e ideata ad hoc. L’importo massimo erogabile è di 20.000€ e sarà erogato solo dopo aver presentato la sottoscrizione della partecipazione all’evento. La durata del piano di ammortamento soggetto a tasso variabile Euribor trimestrale più spread corrisponderà al massimo a un anno con estinzione prevista in un’unica soluzione alla scadenza.

 

Artigiancassa Anticipo Lavori Ristrutturazione e risparmio energetico

Ci permette di realizzare lavori di ristrutturazione, ammodernamento, efficientamento energetico usufruendo di  questo prestito agevolato, sempre che la nostra azienda artigianale lavori nel settore dell’impiantistica ovvero dell’edilizia in generale.  L’importo minimo finanziabile di 10.000€ può arrivare fino a un massimo dell’80% della cifra totale da sostenere per realizzarei lavori.

L’erogazione e l’estinzione di questo flusso di denaro avviene in un’unica soluzione, naturalmente in tempi diversi, entro massimo un anno. Il tasso d’interesse applicato è sempre funzionale a Euribor trimestrale più spread.

 

Artigiancassa Prestito SOA e Qualità

E’ un prodotto di finanziamento destinato a sostenere le spese per l’ottenimento di certificazioni SOA e/o di qualità, ad esempio ISO. L’importo finanziabile varia da un minimo di 5.000€ a un massimo di 50.000€ restituibili in unica soluzione al massimo dopo 18 mesi meno un giorno con tasso variabile d’interesse applicato trimestralmente ed indicizzato all’Euribor trimestrale più uno spread.

Le garanzie richieste in questo caso sono quelle ordinarie oltre la possibilità della garanzia Confidi.

 

Prestito Artigiancassa Anticipo Contributi Inail

E’ un finanziamento destinato ad anticipare quei contributi spettanti alle imprese beneficiarie dell’agevolazione prevista dal bando Inail destinato al miglioramento del benessere e delle condizioni di sicurezza e di salute sul posto di lavoro con espressa finalità di riduzione degli incidenti e dei costi gravanti sull’istituto statale.

Se siamo un’azienda artigiana in forma di ditta individuale o società di capitali o altro soggetto indicato, possiamo aderire a questo bando istruendo un progetto di spesa per migliorare la sicurezza e il livello di salute dei luoghi di lavoro; in questo modo, salvo effettiva prova di possesso dei requisiti contenuti nel bando stesso, avremmo l’opportunità di ottenere un contributo; artigiancassa ci agevola ulteriormente con questo strumento, anticipandoci fino al 50% delle spese sostenute, da un minimo di 10.000€.

Il finanziamento sarà restituito mediante accredito del contributo spettante all’impresa a pegno sulle somme poste all’incasso, al massimo dopo 18 mesi e un giorno. Pagheremo interessi su quest’anticipo correlati al tasso Euribor 3 più uno spread.

 

Artigiancassa Smobilizzo Crediti

E’ un prodotto finanziario a breve termine e tasso variabile finalizzato al sostegno e alla valorizzazione delle piccole e medie imprese localizzate nella Regione Marche. Grazie a questo strumento, potremmo richiedere somme di denaro a fronte dei crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione che sono sempre molto ostici e difficili da ottenere, visti i numerosi cavilli, i passaggi burocratico-amministrativi e la situazione di crisi nella quale viviamo il nostro tempo.

Aderendo a questa misura:

  • Potremmo ricevere in un’unica soluzione il credito vantato nei confronti della P.A fino al 100% dell’intero ammontare;
  • Rimborsare con interessi trimestrali;
  • Avere supporto e Assistenza dedicata.

Il finanziamento sarà erogato e rimborsato totalmente in un’unica soluzione, ovviamente in tempi diversi. L’importo finanziabile sarà di minimo 10.000€ fino alla totalità del credito di diritto e la durata del piano di rientro sempre di 18 mesi meno un giorno.  Le garanzie richieste sono specificate all’interno della brochure emanata dalla Regione Marche:

  • Pegno;
  • Fidejussione;
  • Privilegio;
  • Pegno su somme incassande;
  • Garanzia Confidi.

Per avviare l’istanza, se residenti nella regione Marche, possiamo andare direttamente in uno dei tanti ArtigianCassa Point dislocati all’interno del territorio regionale o contattare direttamente on line cliccando sull’apposito pulsante nella sezione specifica del portale web.  Al fine di decidere se avvalerci o meno di quest’opportunità, consigliamo sempre di visionare la totalità delle condizioni economiche e contrattuali scritte sui Fogli Informativi, nonché di parlare direttamente con un consulente o un professionista per preparare tutta la documentazione utile e gli incartamenti necessari all’approvazione imprescindibile della Banca BNL.

 

Finanziamenti per Giovani

Prestito Artigiancassa Avvio Attività

Per i giovani e le nuove idee, di solito realizzate negli appositi incubatori certificati o negli ambienti di coworking per stimolare lo sviluppo e realizzare economie di scopo, ci sono finanziamenti direttamente elaborati e denominati Prestito Artigiancassa Avvio Attività. Prodotto destinato al finanziamento delle spese di avvio di una nuova attività imprenditoriale, di solito una moderna Start Up,  lo scopo di questa misura è di agevolare l’acquisto di macchinari, attrezzature, materie prime, autoveicoli, materie prime e sostenere le spese burocratiche e amministrative di avviamento. L’importo massimo finanziabile è di 300.000€ (il minimo 10.000€) e dovrà essere restituito al massimo in 10 anni con possibilità di estensione a 15 solo su preventiva richiesta di deroga. .  La rata può essere rimborsata secondo scadenze mensili, trimestrali o semestrali, secondo le esigenze e le risorse del cliente.

La società del Gruppo BNP Paribas, offre anche opportunità di realizzare i propri progetti utilizzando uno strumento molto in voga nel settore industriale e artigianale: il leasing. Le varianti possibili per questo tipo di contratto sono in sostanza due:

  • Leasing Strumentale;
  • Leasing Immobiliare.

Il primo prodotto è destinato ai finanziamenti finalizzati all’acquisto di beni strumentali per il rinnovamento, l’ampliamento e l’ammodernamento dei propri macchinari e attrezzature legate al business core dell’azienda.  Il contratto di leasing conterrà i tre elementi fondanti del sistema, l’anticipo da versare alla stipula, il valore di riscatto stabilito ex ante in rapporto al costo del bene e il canone detto di locazione fisso o variabile (in ragione del tasso d’interesse applicato e scelto).

Il secondo prodotto, invece, si distingue per la semplicità e la rapidità della richiesta. Rivolto sempre alle imprese artigiane, ci consentirà di disporre di una struttura sufficiente alla predisposizione del nostro lavoro d’impresa, sia un laboratorio o un capannone, a titolo esemplificativo. Conformemente al leasing strumentale, anche qui saranno definiti ex ante anticipo, canone e prezzo di riscatto.

 

Convenzioni con Finanziarie

Artigiancassa ha anche stipulato delle convenzioni con alcuni partner strategici in ambiti trasversali al fine di proporre, ai Confidi e alle Associazioni di Categoria convenzionati, alcuni vantaggi e prodotti esclusivi. Sul portale web questi rapporti sono descritti nella sezione Partnership , nella quale possiamo facilmente ritrovare questi strumenti:

  • Findomestic – Prestiti Personali. Grazie alla partnership con questo colosso della finanza, i dipendenti dei Confidi e delle Associazioni di categoria, nonché le imprese iscritte a queste, potranno accedere ai finanziamenti Findomestic con vantaggi commerciali significativi:
    • Progetto finanziato al 100% delle spese totali;
    • Richiesta on line;
    • Risposta rapida e direttamente on line;
    • Monitoraggio, nella sezione sul portale, dell’iter della richiesta step-by-step;
    • Zero spese per l’istruttoria e spese amministrative azzerate;
    • Accesso prioritario ai nuovi prodotti e alle opportunità varate da Findomestic.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il call center di Artigiancassa al numero 199 30 30 63.

  • FIAIP (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali). Con quest’altro rapporto di collaborazione, la società del Gruppo BNL ha aperto un canale comunicativo diretto presso le varie agenzie immobiliari, potendo così personalizzare l’offerta dei propri prodotti, dare assistenza e semplificare tutto il processo finanziario di chi si rivolge al settore immobiliare.
  • Gambero Rosso. Rivolta agli appassionati del settore Food & Wine, è stato redatto un prestito personalizzato per aiutare quelle attività del settore della ristorazione che vogliano ristrutturare il proprio locale o altresì, consentire un innalzamento del livello qualitativo della propria offerta tramite frequentazione di corsi d’alta cucina. I vantaggi derivanti da questa collaborazione sono:
    • Finanziamenti a condizioni vantaggiose, migliori rispetto a quelli di mercato;
    • Sostegno all’accesso al credito;
    • Consulenza creditizia con focus sulle agevolazioni e gli incentivi disponibili;
    • Supporto in ogni fase dell’istanza;
    • Velocità di risposta e gestione della domanda.

Per maggiori informazioni, consigliamo di contattare l’Area Manager Artigiancassa più vicino alla propria residenza; troveremo l’elenco completo sul sito stesso nella sezione dedicata, comprendete indicazione del numero di cellulare del referente regionale.

  • Cessione del Quinto. Vantaggi esclusivi e agevolazioni per i partner di Artigiancassa, dedicati ai dipendenti pubblici e privati, oltre che ai pensionati. La cessione del quinto è una forma di finanziamento con ulteriori benefit per gli associati, grazie alla partnership con BNL Finance. Sono presto elencati i bonus previsti per i dipendenti che si avvalgono di questo particolare strumento in caso di prestito erogato:
    • Tassi fissi e agevolati;
    • Rate costanti;
    • Conclusione del finanziamento entro il termine del servizio;
    • Rimborso della rata mensile con trattenuta diretta sullo stipendio.

Per i pensionati, invece, ecco una tabella sintetica e analitica dei vantaggi:

  • Semplicità. Rimborso trattenuto sulla pensione ed erogato direttamente dall’ente previdenziale;
  • Tranquillità. Rate costanti e finanziamenti fino a 80.000€ senza obbligo di apertura di conto corrente;
  • Flessibilità. Possibile estinzione anticipata di precedenti prestiti;
  • Garanzia per legge contro ogni forma di premorienza.

En passant ci troviamo di fronte ad una questione che sta particolarmente a cuore ad Artigiancassa, sulla base dei principi fondanti dell’istituto illo tempore: l’imprenditoria femminile e le imprese femminili. Inerenti a quest’ambito, al fine di coadiuvare il sesso cosiddetto debole, oramai fortificato da mille battaglie e sempre più sul pezzo anche in ogni livello di business, c’è un’intera sezione dedicata disponibile sul portale web.

 

Finanziamenti a Donne Imprenditrici

Tra le problematiche proposte per soluzioni peculiari rivolte al sesso femminile, abbiamo diverse misure:

  • Imprenditoria Femminile;
  • Malattia Grave;
  • Maternità;
  • Gestione Gravidanza.

 

Prestito Artigiancassa per l’imprenditoria Femminile

E’ quel prodotto di finanziamento a tasso fisso o variabile destinato, come dice la dicitura stessa, alle imprese con quote rosa, quindi anche alle start up; i destinatari sono infatti quelle ditte individuali, quelle società di capitale o di persone preferibilmente iscritte all’Albo degli Artigiani, anche neocostituite, le cui titolari o il legali rappresentanti appartengano al genere femminile.  Il prestito è finalizzato all’acquisto di macchinari e strumenti per favorire l’attività artigiana, nonché ai progetti aziendali legati all’innovazione di prodotto, di processo, tecnologica o organizzativa, anche in concorso con interventi agevolativi previsti dagli organismi regionali.

L’importo finanziabile varia da un minimo di 10.000€ fino a un massimo di 1.000.000€ con durate previste per la restituzione di 2, 3, 4, 5, 7 o 10 anni più un periodo di preammortamento nel quale potremmo pagare solo la quota interessi (e non corrispondere temporaneamente la parte di quota relativa al capitale).

Il piano di ammortamento sarà calcolato secondo un tasso fisso indicizzato al valore IRS, ovvero un tasso variabile seguendo l’Euribor trimestrale e l’addebito delle rate avverrà direttamente sul conto corrente del titolare. La periodicità degli importi sarà mensile o trimestrale, a seconda delle esigenze della donna imprenditrice, con la possibilità di usufruire di un periodo di sospensione di 9 mesi in caso di gravidanza e gestazione del parto.  Questo prestito può essere garantito da pegni, ipoteche, privilegi fidejussione o dalla garanzia Confidi e si fregia di essere competitivo, flessibile, veloce e agevolabile.

Ai fini della richiesta, consigliamo di leggere attentamente i fogli illustrativi riportanti le condizioni economiche e giuridiche dello strumento e di andare nella sezione creata sul portale web di Artigiancassa all’url www.artigiancassa.it cliccando poi sul pulsante dei contatti.

 

Finanziamento Artigiancassa Malattia Grave

E’ una specifica misura destinata a favorire la riorganizzazione dell’azienda e il riassetto durante il periodo d’assenza della titolare o della socia in caso di grave malattia propria, di un coniuge o dei figli. Ci viene concessa la facoltà di accedere ad un prestito a breve termine (massimo 18 mesi meno 1 giorno) soggetto a tasso variabile secondo l’indice Euribor trimestrale più uno spread. L’importo finanziabile varia tra 5.000€ e 30.000€ ed è appunto finalizzato all’acquisto di sistemi informatici, computer, programmi, costi degli straordinari, assunzione temporanea di nuovi lavoratori, in grado di sopperire all’assenza.

 

Prestito Artigiancassa Maternità

E’ destinato alla conciliazione tra lavoro e famiglia da parte di una donna imprenditrice. Grazie a questo strumento, potremmo usufruire di un finanziamento a tasso fisso o variabile se la socia o la titolare dell’azienda ha un figlio minore di 7 anni, fino al compimento dell’ottavo anno d’età.

Sono finanziabili le spese sostenute dalla nascita fino al settimo anno che rientrano in quelle annoverabili come indispensabili alla prosecuzione dell’attività di lavoro, ad esempio, l’acquisto e l’installazione di postazioni di telelavoro, sistemi informatici, impianti e strutture innovative, comprese le spese sostenute per una baby sitter e a saldo della quota dell’asilo nido.

L’importo erogabile varia tra 5.000€ e 80.000€ da rimborsare in 2, 3, 4, 5 o 7 anni più un periodo di preammortamento nel quale pagheremo solo la quota interessi in funzione del lasso di tempo scelto.  Il tasso d’interesse, in questo caso, sarà correlato all’indice IRS più uno spread per quanto concerne quello fisso, mentre sarà indicizzato all’Euribor trimestrale più uno spread se la nostra scelta cadrà sull’applicazione di quello variabile.

Anche in questo caso è prevista la possibilità di sospensione del pagamento delle rate per 9 mesi in caso di gravidanza della titolare.

 

Prestito Artigiancassa Gestione Gravidanza

Come dice la parola stessa, è un finanziamento a tasso variabile (indice Euribor trimestrale più spread) finalizzato al sostegno di spese relative alla continuità lavorativa della ditta in caso di assenza della socia o della titolare causa gravidanza. Le spese per l’assunzione, la sostituzione e la formazione di personale nuovo, gli straordinari e l’acquisto di sistemi d’automazione come nuovi pc e programmi informatici volti a sopperire l’assenza, sono tutte giustificabili e finanziabili da questo strumento.

Gli importi richiedibili variano tra 5.000€ e 30.000€ da rimborsare in un’unica soluzione, finito il periodo massimo d’ammortamento che coincide con i 18 mesi meno un giorno dal momento della stipula.

Per saperne di più, il consiglio è di andare sovente sul sito web dell’istituto di credito e navigare nella sezione d’interesse, oltre prendere contatto con l’ente stesso al numero verde o compilando il form presente sul sito stesso.

 

Microcredito

Un capitolo a sé stante merita il discorso riguardo il microcredito e le possibilità descritte sul sito di Artigiancassa; fondamentalmente sono due, il Prestito Artigiancassa Microcredito, erogato direttamente dall’ente e la soluzione PerMicro, derivante da accordi di collaborazione e partnership.

 

Prestito Artigiancassa Microcredito

E’ possibile richiedere nel 2019 un finanziamento a tasso fisso o variabile destinato all’acquisto di beni e servizi  strumentali all’attività d’impresa.  I destinatari sono ditte individuali con meno di 5 dipendenti, società di persone, S.r.l. semplificate con meno di 10 dipendenti con lo scopo di coadiuvarli e aiutarli nelle attività iniziali e nel cosiddetto scale up delle imprese a forte vocazione innovativa, quali, ad esempio, le start up.

L’importo finanziabile varia tra i 10.000€ e i 25.000€ con la possibilità di restituirli in comode rate mensili o trimestrali in 3, 4 5 o addirittura 7 anni. Il tasso fisso applicato sarà indicizzato all’indice IRS, viceversa all’Euribor trimestrale se la scelta verterà su un tasso variabile, senza aggiunta di spread.

Aspetto molto importante, in conclusione, è quello concernente le garanzie necessarie all’effettivo ottenimento di questo denaro: lo stato italiano con legge 662 del 1996 ha istituito un Fondo di Garanzia per le PMI sulle operazioni di Microcredito e questo dovrebbe garantire l’istituto finanziario per l’80% dell’importo, mentre rimarrà a carico del richiedente il rimanente 20% che potrà essere coperto da una fidejussione.

 

PerMicro

Sottintende la partnership tra Artigiancassa S.p.a. appartenente al Gruppo BNP Paribas e questa società leader nazionale nell’erogazione del microcredito per rispondere alle esigenze di quelle persone che non hanno un’affidabilità creditizia sufficiente ed un merito fiduciario necessario all’accesso al credito nei canali standard, vuoi per mancanza di garanzie, vuoi per assenza di uno storico, come accade spesso per gli imprenditori giovani.

La sinergia tra PerMicro e Artigiancassa offre quindi un valore aggiunto finalizzato allo sviluppo e a una più stretta relazione con le imprese associate, nell’ottica di marketing one-to-one. Ciò permette la personalizzazione dell’offerta venendo incontro alle necessità del cliente e favorisce l’innovazione di prodotto e di servizio.

Questa partnership, nella pratica, è volta al sostegno di progetti imprenditoriali e del cosiddetto auto impiego in modo tangibile con un finanziamento fino ad un massimo di 25.000€, oltre a fornire supporto e un modello di servizio per quei giovani ragazzi che hanno numerose idee e vogliono svilupparle e metterle in pratica senza trovare troppi ostacoli derivanti dall’assenza di esperienza e di risorse.

 

Finanziamenti a Fondo Perduto

Dopo aver sviscerato le innumerevoli soluzioni poste in essere nell’offerta di questo grandissimo ente privato, possiamo ora concludere parlando forse dell’aspetto più importante ed al quale il pubblico imprenditoriale è molto sensibile, vista la sua natura:  il finanziamento a fondo perduto, ovvero quello per il quale non è obbligatoria la restituzione, ma solo l’espletamento di opportune azioni.  Parleremo di questo e delle altre soluzioni similari presenti all’interno del sito web e descritte in modo dettagliato nella sezione Agevolazioni che si divide in nazionali e regionali.

 

Fondo per la Crescita Sostenibile

Istituito con Decreto Legge 83 nel 2012 dal Ministero dello Sviluppo Economico, questo fondo ha sostituito quello speciale rotativo per l’innovazione tecnologica FIT ed è destinato a finanziare progetti di spesa finalizzati allo sviluppo e alla competitività dell’apparato produttivo nazionale. In particolare, il Fondo sostiene le spese relative questi ambiti d’intervento:

  • Ricerca, Sviluppo e Innovazione. Con la promozione dei progetti di ricerca, sviluppo e innovazione di natura strategica al fine di rilanciare la competitività del sistema produttivo. E’ possibile la predisposizione d’iniziative poste in essere al fine di promuovere la partecipazione di detti progetti anche alle linee di finanziamento in attuazione di programmi comunitari.
  • Rafforzamento Struttura Produttiva. Riutilizzo d’impianti improduttivi e rilancio di zone di crisi o di scarsa competitività.
  • Internazionalizzazione delle imprese. Per favorire la presenza internazionale delle nostre imprese e favorire l’afflusso di nuovi capitali esteri, anche in concorso con le iniziative promosse da ICE (Italian Trade & Investment Agency).

Sebbene non siano definibili ora gli importi appannaggio dei singoli interventi, è comunque chiara la dotazione complessiva del fondo di 630 milioni. Artigiancassa, insieme ad altri istituti di credito, si è aggiudicata la gestione degli adempimenti e dei soldi connessi al Fondo da erogare a chi presenta la domanda d’accesso ed è in possesso dei requisiti richiesti dai bandi e dalle direttive del Ministero dello Sviluppo Economico.

Le domande saranno quindi definite ed emesse dal Direttore Generale per l’incentivazione delle attività imprenditoriali e pubblicate sul sito del MISE. Il consiglio è quello di visionare spesso questo sito per verificare la presenza di un bando al quale poter partecipare e attingere le risorse messe a disposizione dal fondo.

 

Nuova Legge Sabatini

Dopo aver visionato questa soluzione che può essere anche a fondo perduto, passiamo avanti e parliamo della Nuova Legge Sabatini, uno strumento volto ad accrescere la competitività del nostro paese attraverso l’acquisto di beni strumentali come macchinari, impianti, attrezzature, hardware, software e tecnologie digitali.

Grazie alla Legge è possibile ottenere un contributo in Conto Interessi e usufruire della garanzia del Fondo Centrale per le PMI già citato. L’importo richiedibile varia tra 20.000€ e 2.000.000€, con possibilità di estinzione fino a 5 anni, periodo di preammortamento compreso. La rata avrà scadenza mensile, trimestrale o semestrale.

 

Fondo di Garanzia per le PMI

Già più volte citato, merita un paragrafo a parte. Istituito dal MISE con legge 662/96 (art.2 comma 100 lettera A), è teso a favorire l’accesso al credito fornendo una garanzia alle imprese seguendo differenti modalità in ragione della natura del soggetto richiedente:

  • Garanzia Diretta. Rivolta alle banche e a rischio zero. L’investimento è coperto per la percentuale indicata dal Fondo in caso d’insolvenza del finanziato e dallo Stato Italiano stesso se le risorse del Fondo terminano.
  • Controgaranzia. Rivolta ai Confidi e ad altri fondi di garanzia. In questo caso questi enti rivolgeranno la domanda in vece del titolare.
  • Cogaranzia. Prestata direttamente all’istituto erogante e allo stesso tempo ai fondi di garanzia siano essi italiani o strutturati in ambito Europeo.

Ai fini di un approfondimento sulla questione, v’invitiamo a visitare il sito web ufficiale del Fondo di Garanzia collegato al MISE, oppure di aprire la pagina web relativa presente nella  sezione “Agevolazioni” di Artigiancassa con i contatti di quest’ultima.

 

Legge 488/92 I° Bando Artigianato

E’ uno dei principali strumenti agevolativi per le imprese artigiane appartenenti a determinati settori produttivi descritti nella legge stessa. Sono finanziabili investimenti organici e funzionali per la realizzazione di nuove unità locali, la ristrutturazione, l’ampliamento, ammodernamento etc. Possono essere finanziate anche le spese relative all’acquisto di un terreno, opere di edilizia, macchinari, impianti, programmi informatici etc. da un minimo di 52.000€ ad un massimo di 1.549.370€ realizzati sia in forma diretta, sia indiretta (leasing). L’agevolazione consiste in un contributo in conto impianti.

 

Legge 488/92 II° Bando Artigianato

E’ un nuovo strumento emesso sempre a favore degli stessi destinatari descritti nel I° bando per finanziamenti tra 100.000€ e 1.500.000€. L’agevolazione riguarda un contributo in conto capitale sulla base delle spese ammissibili ed un finanziamento a tasso agevolato dello 0,5% con l’obbligo di attivare un altro finanziamento presso un istituto finanziario della stessa durata al tasso d’interesse di mercato.

 

Bandi e Fondi per le PMI

Allo stato attuale ci sono molteplici bandi disponibili per le varie regioni e v’invitiamo ad andare sul sito stesso di Artigiancassa o delle regioni per leggere e informarvi circa i requisiti d’accesso, i privilegi e la durata di questi. Un elenco non descrittivo vi darà un’idea delle possibilità:

  • BASILICATA
    • Legge 240/81;
    • Legge 949/52;
  • FRIULI VENEZIA GIULIA
    • Sabatini Friuli Venezia Giulia;
  • LAZIO
    • Fare Lazio;
    • Microcredito Lazio;
  • LIGURIA
    • Legge 949/52 Contributo Congiunto e Conto Capitale;
    • Legge 240/81 Contributo Congiunto e Conto Capitale;
  • MARCHE
    • Bando Energia Imprese- Efficientamento delle PMI;
    • Efficienza Energetica degli Edifici Pubblici- Progetto MARTE;
    • Fondo Energia e Mobilità- FEM;
  • TOSCANA
    • Toscana Muove;
  • SARDEGNA
    • Legge 240/81;
    • Legge 949/52;
  • UMBRIA
    • UmbriaInnova.

Molto utile, infine, nel sito web di Artigiancassa, lo strumento di ricerca per le agevolazioni sul territorio italiano, su base regionale. Cliccando la sezione adatta, si aprirà una bellissima schermata con la nostra amata penisola e potremo selezionare la nostra regione di residenza al fine di individuare le misure a favore, le agevolazioni e gli incentivi disponibili nel 2019.

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi