Fineco Prestiti Personali, Finanziamenti, Consolidamento, Opinioni e Contatti



Fineco Bank

Fineco Bank è un istituto finanziario molto moderno e tecnologicamente avanzato, in grado di offrire moltissimi servizi e prodotti finanziari senza l’ausilio di filiali fisiche: è definita in gergo tecnico una banca diretta.

La gamma offerta di servizi riguarda quelli tradizionali di banking (conti correnti, carte di pagamento, di debito, strumenti dispositivi), credit (prestiti e mutui, carte di credito), trading e investimenti.  Fineco Bank ha scelto di strutturarsi come società per azioni e di quotarsi in borsa a Milano, dove è presente nell’indice FTSE MIB dal 2014.

Nata nel 1999 da Bipop Carire, il suo core business ha riguardato il trading on line, diventando poi una vera e propria banca, con la creazione di un conto deposito e poi di un conto corrente a tutti gli effetti con assegni, ricariche, carte di pagamento, etc.

In seguito fa parte del Gruppo Capitalia e segue l’incorporazione di questo istituto in Unicredit, lanciando poi la sua offerta di conto anche per i residenti in Gran Bretagna e la contestuale attività di gestione dei fondi in Irlanda.

A maggio 2019, Fineco Bank ritrova la sua indipendenza totale poiché Unicredit cede sul mercato il 17% delle azioni che deteneva, restando con il 18% come socio di minoranza a seguito di una scelta societaria. I dipendenti di questa banca diretta multicanale sono 1170, non molti, ma sufficienti a gestire tutta l’erogazione di servizi senza avere un network consolidato di filiali fisiche molto costose, ma attraverso l’utilizzo di procedure on line e grazie a una rete di consulenti finanziari competente e formati, circa 2.570 Personal Financial Advisor in gergo tecnico, oltre 390 Fineco Center.

Nel 2018 Fineco Bank ha chiuso il suo esercizio con un fatturato di 628,3 milioni di euro e un utile netto molto importante, 244,4 milioni di euro, indicante proprio i pochissimi costi gestionali, ordinari ed effettivi che questo istituto finanziario deve affrontare, potendo erogare prestiti e strumenti a condizioni molto competitive per i privati, nonché le imprese. Al 31 marzo 2019, il portafoglio totale dei clienti parla di circa 74 miliardi di euro, di cui 29 appartengono al segmento Private Banking, quello delle persone.

Fineco Bank è comunque rimasta coerente con la sua mission iniziale e il suo core business: in Italia, infatti, è leader di mercato nel trading on line con una quota pari al 24,75%.

Private Banking per Fineco significa affiancare i clienti e aiutarlo nel realizzare i suoi progetti, combinando professionalità e tecnologia evoluta, ponendo al centro della relazione il successo della persona, qualunque cosa significhi: se abbiamo bisogno di muovere il capitale, di tutelarlo o di accrescerlo, Fineco e i suoi Private Banker s’impegnano per soddisfare questa esigenza, creando un ciclo virtuoso e un rapporto consolidato con il cliente stesso con metodo.

 

Prestito Personale

Fineco Bank, pur non nascendo come Banca vera e propria, ha capito nel corso del tempo quanto fosse importante rivolgersi anche al mercato del credito e non solo a quello del trading, offrendo strumenti disponibili ai propri clienti in modo similare a quelli delle altre banche e degli altri istituti finanziari.

Fineco Bank, infatti, ha capito questa dinamica e questa esigenza, realizzando delle misure personalizzate e molto moderne, in ottemperanza alla mission sulla quale si basava il proprio fondamento.

Data la particolarità di questa banca diretta, ma senza filiali, anche i prestiti che eroga sono molto caratterizzati da questa struttura organizzativa, dalla quale derivano tutte le azioni che l’istituto bancario mette in opera ed eroga alla clientela che si approccia alla Fineco Bank.

Il prestito Fineco mostra tre grandi vantaggi rispetto ad altri prodotti simili:

  • Personale. Si tratta di un prestito non finalizzato, quindi il credito è utilizzabile come meglio crede il cliente cui è concesso, senza bisogno di giustificativi, di consumi finalizzati o documenti allegati.
  • Istantaneo. La valutazione sulla richiesta avviene in tempo reale per importi fino a 15.000€ se i clienti sono già titolari di un altro prodotto di credito emanato da Fineco, ad esempio una carta di credito o un conto corrente e accreditano il loro stipendio o la pensione, oltre a essere già stati soggetti a una valutazione sul merito creditizio. L’istanza può essere avviata anche da App ufficiale di Fineco Bank, totalmente da device mobile.
  • 100% Online. Grazie all’utilizzo della Firma Digitale, sarà possibile richiedere un prestito personale senza il bisogno di sottoscrivere e spedire fisicamente alcun contratto, tutto totalmente on line.

 

Conto Corrente Fineco

Il Prestito Personale Fineco, dunque, è legato indissolubilmente alla definizione di un rapporto contrattuale già presente tra il cliente e la Banca stessa, tramite l’apertura di un conto corrente o di altro strumento simile, ad esempio un conto deposito e l’utilizzazione dello stesso in maniera continuata e attiva. In quest’ottica il prestito stesso si configura e varia in conformità a parametri di fedeltà, oltre che di merito creditizio per quanto riguarderà le simulazioni dei tassi applicati alla richiesta, oltre la positiva risoluzione della stessa. In parole molto più semplici, da più tempo saremo clienti e titolari di un conto corrente Fineco Bank, più facilmente e velocemente otterremo il prestito personale e pagheremo un tasso d’interesse molto più basso.

Se vogliamo aprire un conto corrente Fineco, la procedura è molto facile e appannaggio di tutti coloro che hanno dimestichezza con internet e possono tranquillamente procedere alla compilazione dei campi necessari alla definizione del prodotto finanziario.

Per aprire un conto corrente Fineco, necessario a chiedere poi un prestito personale, basta aprire un browser web sul nostro personal computer Windows, macOS o su device mobile Android o iOS e navigare fino al sito istituzionale, alla piattaforma Fineco all’indirizzo www.finecobank.com/it/online/; dopodiché ci troveremo di fronte a un sito web molto ben fatto, accattivante e funzionale nella sua struttura, semplice da utilizzare e fruibile, molto ben fatto proprio per la sua funzione fondamentale. La piattaforma Fineco Bank, infatti, sarà utilizzabile per la richiesta, l’accesso e la gestione di tutti i prodotti fondamentali dell’ecosistema Fineco, affiancando l’attività delle persone fisiche, i Private Banker e i Centri fisici brandizzati sparsi su tutto il territorio italiano.

Una volta giunti sul sito web, basterà guardare in alto a destra e cliccare sul chiaro pulsante colorato in blu “Apri il Conto”; saremo reindirizzati alla pagina di creazione del conto corrente, possibile in tre differenti modalità.

Innanzitutto selezioniamo la casella Clienti Privati, ovvero Small Business se siamo una persona fisica o se ci serve un conto corrente legato ad una realtà aziendale piccola. Ci sarà richiesto poi di compilare e digitare i campi con le informazioni di contatto con Nome, Cognome, email di contatto (obbligatoria), numero di cellulare (se abbiamo un numero di telefono estero, digitiamo prima il prefisso internazionale ), selezioniamo l’operatore dal menù a tendina (se non lo troviamo selezioniamo la dicitura “non trovi l’operatore” e seguiamo le istruzioni, se il numero è estero o abbiamo dubbi scegliamo TIM), un numero facoltativo di telefono fisso e indichiamo se vogliamo aprire un conto in cui siamo unici firmatari o cointestato tra due o tre persone.

Dopo aver inizialmente completato questi campi, selezioniamo i prodotti cui siamo interessati tra “Conto e Carte”,  “Trading” e “Investing” e scegliamo come procedere all’apertura secondo le tre modalità già citate, ovvero :

  • Online. Grazie all’Apertura Digitale Zero Carta potremmo aprire un conto corrente in autonomia dal nostro PC, preparando un documento d’identità valido (patente, carta d’identità, passaporto) e il codice fiscale.
  • Telefono. Dopo aver digitato i nostri estremi di contatto e salvato i dati, saremo ricontattati da un consulente che ci aiuterà ad aprire un conto corrente entro 48 ore. Basteranno i documenti d’identità validi a portata di mano e i codici fiscali di ogni titolare del conto.
  • Personal Financial Advisor (acronimo PFA). Saranno necessari un documento d’identità valido e il codice fiscale di ogni intestatario; dopo aver salvato i dati, saremo ricontattati da un PFA che ci fisserà un appuntamento a domicilio o presso un Fineco Center. Se scegliamo questa modalità, potremo anche usufruire da subito del Servizio di Consulenza sugli Investimenti possibili e i prodotti relativi di Fineco Bank.

Dopo aver effettuato questa scelta, scorriamo la pagina e inseriamo un Codice Promozionale se ne siamo in possesso o lasciamolo se è già presente nella casella (ad esempio se abbiamo raggiunto il sito web da un banner in cui era presente una promozione o un referral), leggiamo l’informativa sulla privacy e accettiamo o no il trattamento dei dati ai fini commerciali e per la profilazione, entrambi facoltativi.

Infine confermiamo il tutto cliccando sul bottone in basso a destra denominato “Salva e Continua”.

Se abbiamo scelto la modalità totalmente on line, dovremo proseguire nella compilazione dei campi inserendo luogo e data di nascita, comune compreso e confermeremo la email e il numero di cellulare al quale ricevere i codici d’accesso al conto corrente (codice utente e attivazione) e l’indirizzo di residenza, oltre al domicilio, se diverso dal primo; in caso non confermassimo gli estremi di contatto, i codici ci saranno recapitati in buste separate all’indirizzo indicato al costo di 1,95€ cadauna.

Proseguendo nella compilazione, dovremo indicare gli estremi del documento di riconoscimento valido scelto per la creazione del conto corrente (numero, data di rilascio, luogo, scadenza) e dare il consenso ai vari trattamenti dei dati, secondo la legge sulla privacy, stando attenti a quelli necessari e obbligatori (ad esempio il numero 3 è necessario se poi vogliamo chiedere il rilascio di una carta di credito). Una volta letta l’informativa sul diritto di recesso e, posta la spunta asserendo la cosa, dovremo cliccare nuovamente sul bottone in fondo a destra denominato “Salva e Continua”.

Proseguendo nella definizione di un conto corrente, ci sarà richiesto di caricare i documenti d’identità indicati, opportunamente digitalizzati e nel formato previsto dalle istruzioni a schermo e alla fine firmeremo digitalmente il contratto vincolante con Fineco Bank utilizzando la Firma Digitale, un codice numerico che ci sarà inviato sul numero di cellulare indicato e una procedura di riconoscimento on line tramite webcam e operatore certificato dall’altro lato del pc.

A questo punto saremo finalmente titolari di un conto corrente Fineco Bank, se tutto è andato bene e se la banca ha accettato la nostra richiesta, previo controllo formale, di correttezza dei dati inseriti e sulla nostra persona e sugli altri titolari, se il conto è cointestato.

Potremo quindi accreditare il nostro stipendio mensile o la pensione sul conto corrente on line Fineco, richiedere una carta Bancomat di debito e utilizzare tutti gli strumenti finanziari disposti da questa banca diretta, compresa l’erogazione di prestiti personali.

 

Prestito Online

Sempre sulla piattaforma web, possiamo accedere alla nostra area privata tramite pulsante omonimo in alto a destra, inserendo Codice Utente e Password in tutta sicurezza, grazie al protocollo di crittografia SSL a 128 bit e cliccando poi sul pulsante Accedi. All’interno dell’area riservata sarà possibile richiedere l’erogazione di numerosi servizi e prodotti finanziari e gestire completamente il nostro profilo e i movimenti finanziari correlati, prestiti personali compresi.

Una volta dentro, basterà recarsi dell’area Conto e Carte e poi in quella Prestiti e Fidi, selezionando Prestiti Personali: in questa sezione avremo a disposizione un simulatore con il quale sarà possibile inserire l’importo e la durata di un potenziale prestito. Una volta trovata la soluzione di nostro gradimento, sarà possibile effettuare la richiesta in due modi diversi:

  • Firma Digitale. La procedura è totalmente on line, non dovremo stampare o inviare alcun documento cartaceo a mezzo posta, anche se è necessario che il documento già registrato nei database Fineco sia ancora in corso di validità. Durante la procedura sarà necessario effettuare l’upload del documento di reddito (cedolino pensionistico, busta paga o l’ultima dichiarazione dei redditi) digitalizzato in formato PDF o immagine, ad esempio facendogli una foto con la fotocamera dello smartphone. Alla fine dell’iter procedurale, firmeremo digitalmente la richiesta.
  • Firma Fisica. Una volta scelto il tipo di prestito simulato e accettate tutte le condizioni, basta scaricare e stampare il contratto precompilato, firmarlo e inviarlo all’indirizzo FinecoBank Middle Office Rete – Prestiti Personali Via Rivoluzione d’Ottobre, 16, CAP 42123 – Reggio Emilia (RE), allegando copia di un documento d’identità valido e documentazione reddituale.

 

Requisiti

Potremo richiedere il prestito personale Fineco se avremo i seguenti requisiti minimi:

  • Essere titolare di un conto corrente Fineco da almeno 3 mesi o avere accreditato lo stipendio/pensione;
  • Avere un saldo superiore a -500€;
  • Avere un’età tra 18 e 70 anni;
  • Essere residente sul territorio italiano.

 

Importo

Grazie al prestito personale Fineco Bank potremo chiedere un importo tra 2.000€ a un massimo di 50.000€ per realizzare tutti i nostri desideri e i progetti di una vita, secondo queste possibilità commerciali disposte dalla banca diretta multipiattaforma:

  • TAN (Tasso Annuo Nominale) da un minimo di 3,95% a un massimo di 7,95%;
  • TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) da minimo 4,37% a un massimo di 8,60%;
  • Durata del piano di rimborso possibile da 12 a 48 mesi nel caso di prestiti da 2.000€ a 4.000€;
  • Durata del piano di rimborso da 12 a 72 mesi per importi da 5.000€ a 10.000€;
  • Durata dell’estinzione da 12 a 84 mesi massimi per le cifre superiori a 11.000€ e massimo 50.000€.

 

Simulazione Finanziamento

Come già detto, non esiste un’offerta univoca per i clienti Fineco sui Prestiti Personali, ma possiamo indicare una possibilità in promozione per far capire al lettore le cifre possibili e i tassi applicati.

Se, per esempio, richiediamo 11.000€, possiamo rimborsarli in 48 mesi con rate da 248,12€ (TAN 3,95%, TAEG 4,17%), con un importo totale dovuto alla fine dei 4 anni di 11.913,56€, ma questa offerta è riservata solo alla clientela pre-valutata che ha accreditato lo stipendio o la pensione in modo continuativo, da tempo.

Chi, invece, ha aperto un conto corrente Fineco da meno di 12 mesi, pagherà un tasso d’interesse TAN 7,95% e TAEG 8,60%, mentre alla clientela Private, quella più interessata e coinvolta dai numerosi strumenti d’investimenti Fineco, è riservato un tasso d’interesse molto più interessante, TAN 2,95%, TAEG massimo 3,33%.



In ogni caso, non saranno addebitate spese d’istruttoria e quelle per l’incasso delle rate, ma solo un’imposta sostitutiva dello 0,25% nel caso di durate superiori ai 18 mesi.

Semplificando, avremo queste possibili situazioni nel caso di un prestito personale di 11.000€ restituibili in 48 rate mensili secondo un piano di ammortamento alla francese, tenendo conto dell’imposta sostitutiva pari a 27,50€ (11.000*0,25) e delle spese per l’invio delle comunicazioni periodiche obbligatorie per legge (0,95€ cadauna):

Min Max
TAN 3,95% 7,95%
TAEG 4,37% 8,60%
Importo Rata 248,12€ 268,28€
Importo totale dovuto 11.913,56€ 12.881,24€

 

E’ sempre possibile estinguere anticipatamente il prestito pagando una commissione anticipata dello 0,95% sul debito residuo se la durata contrattuale residua è superiore a un anno, mentre la percentuale scende allo 0,5% se inferiore a un anno: se l’importo corrisponde all’intero debito che manca da pagare oppure è pari o inferiore a 10.000€, allora nulla è dovuto oltre l’ammontare.

 

Consolidamento Debiti

Il Consolidamento Fineco è il prestito con il quale possiamo accorpare e pagare in un’unica soluzione tutti i prestiti che abbiamo in corso anche con altri istituti finanziari e banche: Fineco estinguerà in nostra vece i nostri prestiti e finanzierà un piano di ammortamento per un importo minimo di 11.000€ e massimo di 30.000€, corrispondendo rate da 12 a 72 mesi.

Fineco, con il suo prestito da consolidamento, ci permette di estinguere prestiti finalizzati e non, fino a quattro e di chiedere anche della liquidità aggiuntiva (minimo 1.000€), fermo restando gli importi indicati, secondo queste combinazioni:

  • Prestiti esterni (al massimo 3) + soldi liquidi;
  • Prestiti esterni (fino a 3) + prestiti Fineco (fino a 2) + soldi eventuali;
  • 2 Prestiti Fineco + liquidità aggiuntiva obbligatoria.

I Prestiti erogati da Fineco possono essere consolidati solo se sono erogati da almeno 6 mesi; non è possibile usufruire dello strumento per le cessioni del quinto dello stipendio, le carte di credito revolving e finanziamenti del gruppo Unicredit, legato a doppio filo alla società.

Al fine di richiedere e usufruire di questo strumento, basta accedere all’area riservata grazie al pulsante Accedi in alto a destra, inserendo Codice Utente e Password. Una volta effettuato l’accesso, basterà andare nella sezione “Mutui e Prestiti”, poi “Consolidamento Prestiti” e potremo simulare un prestito consolidato inserendo l’importo totale dei finanziamenti da consolidare, selezionando poi la durata, tra quelle proposte e disponibili.  Una volta trovato il prestito di nostro interesse, potremo effettuare la richiesta mediante due possibilità:

  • Firma Digitale. Se il documento a disposizione di Fineco Bank è ancora valido, allora sarà possibile utilizzarla, caricando il cedolino dello stipendio, la pensione o l’ultima dichiarazione dei redditi digitalizzata e in formato PDF oppure immagine; in aggiunta dovremo inserire il conteggio dei capitali residui dei finanziamenti in corso. Una volta trovato l’importo cui richiedere il prestito, firmiamolo digitalmente.
  • Firma Fisica. Dopo aver accettato tutte le condizioni del consolidamento prestiti, stampiamo il contratto precompilato, sottoscriviamolo e inviamolo, allegando una copia leggibile del documento di riconoscimento, ossia del cedolino dello stipendio/pensione o l’ultima dichiarazione dei redditi, insieme al conteggio del capitale residuo dei finanziamenti in corso all’indirizzo FinecoBank Middle Office Rete – Prestiti Personali Via Rivoluzione d’Ottobre, 16 CAP 42123 Reggio Emilia.

Non dovremo compiere alcuna azione, Fineco Bank si occuperà di tutti gli aspetti amministrativi inerenti l’estinzione degli altri prestiti e la revoca degli addebiti diretti RID sui conti correnti a noi intestati.

Per richiedere questo strumento di prestito a Fineco, servono i seguenti documenti:

  • Contratto e mandato irrevocabile di pagamento firmati da tutti gli intestatari del conto corrente, se ce n’è più di uno;
  • Una copia per ogni conteggio di estinzione riguardante ogni prestito;
  • Copia documento di reddito (busta paga, cedolino pensionistico INPS/INPDAP o modello Unico nel caso di lavoratore autonomo).

Un esempio di prestito consolidato Fineco prevede per un credito di 11.000€ erogato da Fineco e restituito in 48 mensilità per l’estinzione dei precedenti finanziamenti (e una possibile liquidità), i seguenti parametri, fermo restando l’imposta sostitutiva pari a 27,50€ (11.000*0,25) e le spese d’invio delle comunicazioni periodiche uguali a 0,95€ cadauna:

Min Max
TAN 3,95% 7,95%
TAEG 4,37% 8,60%
Importo Rata 248,12€ 268,28€
Importo totale dovuto 11.913,56€ 12.881,24€

 

Mini Fido

Se abbiamo aperto un rapporto contrattuale con Fineco, grazie a un Conto Corrente, potremo anche disporre di un tipo di credito e di “prestito” legato alla liquidità aggiuntiva erogata dalla banca diretta per mezzo di un Mini Fido, previo controllo preventivo e rilascio del credito aggiuntivo simile a un prestito.

Grazie al Mini Fido di Fineco Bank, potremo aumentare il nostro saldo disponibile fino a 3.000€ e utilizzare questa cifra per le nostre spese, in tutto o in parte. Per richiedere l’affidamento di questa somma disponibile, è necessario avere accreditato lo stipendio o la pensione sul conto corrente ovvero possedere degli asset il cui valore superi i 20.000€ (titoli e obbligazioni sottoscritti con la Banca) e avere un saldo corrente superiore a -500€.

Il Mini Fido è richiedibile anche comodamente da casa, on line, utilizzando la Firma Digitale, senza il bisogno di documentazione aggiuntiva rispetto a quella già in possesso di Fineco: in caso di controllo sul merito creditizio e d’esito positivo, il fido sarà rilasciato e accordato istantaneamente.

Il costo del Mini fido è calcolato in base a un tasso d’interesse variabile uguale al parametro Euribor (European Interbank offered rate, il tasso interbancario) 1mese/360 + 6,95%: allo stato attuale il parametro Euribor è uguale a -0,35% quindi il TAEG risultante è 6,60%. Assumendo per ipotesi che si utilizzi per intero il fido di 3.000€ e che la liquidazione degli interessi sia annuale,  dovremo restituire a Fineco il capitale (3.000€) + gli interessi di 198,00€ calcolati moltiplicando il capitale stesso al tasso d’interesse risultante, senza alcun altro onere o spesa.  Ricordiamoci di non utilizzare somme eccedenti il limite del fido per non incorrere in tassi d’interesse applicati molto superiori.

Per richiedere il Mini Fido, basta accedere all’area riservata di Fineco con userID e password e seguire il percorso” Conto e Carte”, poi “Prestiti e Fidi” e alla fine “Minifido”. La richiesta è possibile totalmente on line, grazie alla Firma Digitale se questa è attivata nella sezione clienti, se il conto corrente ha un unico firmatario, se non abbiamo già altri minifidi attivi su altri conti correnti e se abbiamo accreditato lo stipendio o la pensione sul conto, oltre ad avere un saldo attivo superiore a -500€.

Se non soddisfiamo qualcuno di questi requisiti o semplicemente vogliamo agire nella maniera tradizionale, potremo richiedere il minifido in formato cartaceo, sottoscrivendo la richiesta e inviandola all’indirizzo FinecoBank – Ufficio Fidi e Filiale Centrale Via Rivoluzione d’Ottobre, 16 CAP 42123 Reggio Emilia (RE): sempre se il saldo sarà superiore a -500€ e se avremo accreditato la rendita legata al nostro lavoro o alla nostra pensione. Il Mini Fido sarà sempre revocabile all’indirizzo indicato con raccomandata R/R comprovante la richiesta in conformità alla legge Italiana.

Se, viceversa, possediamo una carta di credito Fineco, potremo ottenere un Fido Aggiuntivo, un prestito quindi di 2.000€ rimborsandoli a rate. Si tratta di una soluzione possibile per rateizzare gli acquisti pagati con la carta, eventuali bonifici disposti o finanziare gli addebiti sul conto corrente negli ultimi 30 giorni.

Quando attiveremo l’opzione “Paga a Rate” dovremo contestualmente scegliere l’importo della rata tonda con cui rientrare dell’esposizione, tra i tagli 100, 150 e 200€. La rata sarà addebitata il secondo giorno del mese successivo alla richiesta.

L’attivazione di questo strumento è possibile solo da parte di quei clienti che rispettano questi requisiti:

  • Hanno accreditato uno stipendio di almeno 800€ al mese ovvero possiedono un patrimonio minimo di 10.000€;
  • Possiedono una carta di credito attiva;
  • Hanno la residenza italiana;
  • Non hanno il servizio Pagofacile attivo e non possiedono una carta revolving.

La richiesta è disponibile comodamente da casa nell’area clienti della piattaforma web di Fineco Bank seguendo il percorso “Conto e Carte”, “Prestiti e Fidi” poi “Paga a Rate”, oppure dall’area Gestione Servizi.

L’importo di cui usufruiremo, qualunque sia la finalità, sarà rimborsabile a rate pagando interessi corrispondenti al TAN 5,95% ovvero TAEG 8,48%, solo sulle somme utilizzate e per il tempo intercorso tra l’uso e il rimborso stesso, senza ulteriore aggravio di costi.

Come anticipato, quando disporremo un bonifico, se abbiamo attivo questo servizio e il fido dedicato, potremo pagare a rate l’importo dello stesso fino a 2.000€ oppure finanziare allo stesso modo un movimento recente sul conto, visionando nella lista movimenti quelli con l’icona di colore giallo, sui quali sarà disponibile l’opzione di prestito rimborsabile a rate.

E’ possibile in ogni momento visualizzare lo stato dei rimborsi e dei pagamenti dal cruscotto di controllo presente nell’area clienti, nella sezione Conto e Carte, Prestiti e Fidi, Paga a Rate.

 

Opinioni

La Banca diretta Fineco ha istituito numerosissimi canali di contatto, tutti molto moderni e creati su misura per soddisfare le esigenze e i bisogni dei diversi clienti con i quali s’interfaccia l’istituto finanziario. Il primo strumento informativo e addirittura dispositivo sul quale vogliamo porre l’attenzione è naturalmente l’App Fineco ufficiale, scaricabile sia per il sistema operativo Android, sia per i dispositivi Apple e iOS. Grazie a questa applicazione, avremo Fineco e i suoi servizi, i suoi prodotti sempre con noi, al nostro fianco, con tutti gli strumenti disponibili e le informazioni necessarie ad analizzare ed elaborare i movimenti connessi alle nostre attività finanziarie e monetarie.

 

Contatti

Se non siamo ancora un cliente Fineco, possiamo comunque contattare il personale competente della Banca chiamando il numero di telefono 800.92.92.92 da telefono fisso o cellulare dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00 oppure il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 20.00, ovvero compilare il form on line (nella sezione Contatti sulla piattaforma web all’indirizzo www.finecobank.com/it/online/contatti/non-clienti/ chiedendo di essere ricontattati tramite email o numero di telefono, inserendo Nome, Cognome, email, telefono e provincia, oltre l’argomento d’interesse tra quelli proposti dal menù a tendina.

Se, invece, siamo già clienti Fineco, allora possiamo contattare il numero verde 800.52.52.52 da telefono fisso in Italia oppure lo 02.2899.2899 se chiamiamo da un cellulare o dall’estero, tenendo a portata di mano il Codice Utente (lo stesso codice che ci è stato assegnato e con il quale accediamo al sito e all’area riservata), la password telefonica ovvero la password vocale se stiamo utilizzando un numero di telefono cellulare certificato.

Gli operatori di conto corrente saranno attivi dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00 e il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 20.00, mentre gli operatori competenti nel trading e negli investimenti saranno altresì disponibili negli stessi orari fino al venerdì, ma disponibili solo al sabato, domenica esclusa. Il risponditore automatico (il cosiddetto Voice Portal) sarà sempre utilizzabile, così come il blocco della carta in caso di smarrimento o furto.

Cliccando sull’icona del segnalino sulla mappa in alto nella Home Page del sito web, saremo reindirizzati in un’altra pagina dove potremo inserire la città a noi più vicina e visualizzare i Fineco Center e le filiali Unicredit dove sarà possibile anche versare (o prelevare) dagli ATM evoluti il denaro o eventuali assegni sul nostro conto corrente sottoscritto con Fineco.

Valevole per tutti, infine, c’è un’iconcina dei fumetti, sempre in alto nella stessa Home Page del sito, per mezzo della quale si aprirà la chat in tempo reale per chiedere informazioni e scambiarci messaggi con un operatore presente dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00 e il week end dalle 9.00 alle 20.00, direttamente sul portale web di Fineco Bank.