Prestiti Enpam, Mutui e Convenzioni per Medici e Liberi Professionisti



Enpam – Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Medici

La nostra Costituzione, la Fonte giuridica principale del nostro ordinamento, prevede, all’articolo 38, gli istituti detti enti previdenziali che hanno competenza esclusiva nel gestire la previdenza e l’assistenza previste dall’Assicurazione obbligatoria o da forme sostitutive seguendo il modello previdenziale corporativo.

Le attività degli enti sono finanziate sia da imposte e contribuzioni specifiche, sia da conferimenti diretti da parte dello Stato che si fa garante del loro funzionamento e della loro azione per quanto concerne gli istituti pubblici. Vigila, invece, su quelli pubblici con personalità giuridica di diritto privato, attraverso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Commissione di vigilanza sui fondi pensione (acronimo COVIP), la Commissione Parlamentare di controllo sulle attività degli Enti Gestori di Forme Obbligatorie di Previdenza e la Corte dei Conti, la ragioneria dello Stato.

Gli enti previdenziali sono soggetti impositori poiché obbligano i soggetti a corrispondere i contributi previdenziali, pagabili solitamente in Italia dal soggetto iscritto o dal sostituto d’imposta, per mezzo del modello F24, secondo le modalità stabilite dal D.lgs. 241 del 1997, con estensione della possibilità ai liberi professionisti iscritti agli enti pubblici di previdenza con personalità giuridica di diritto privato, in base al Decreto interministeriale del 2014.

Secondo l’ISTAT, le pubbliche amministrazioni sono tali, indipendentemente dal regime giuridico, pubblico o privato, se soddisfano questi due requisiti:

  • Sono di proprietà, amministrate o controllate da Amministrazioni Pubbliche.
  • Se non vendono sul mercato, ovvero se lo fanno ma senza rilievi economici sostanziosi, ossia i ricavi non devono eccedere il 50% dei costi produttivi per i servizi resi.

In conformità a questi principi semplici quanto importanti, anche le casse di previdenza dei liberi professionisti con personalità giuridica privata, quindi associazioni o fondazioni, sono assoggettabili alla categoria delle pubbliche amministrazioni.

ENPAM non fa eccezione. L’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Medici e gli odontoiatri, pur essendo connessa a una fondazione senza scopo di lucro come scritto all’articolo 1 del suo Statuto, è considerabile come una pubblica amministrazione.  La Fondazione è proprietaria del patrimonio e titolare di tutti i rapporti attivi e passivi finanziari ed economici tra l’ente e i suoi iscritti.

Il suo scopo è di fornire e attuare previdenza e assistenza a favore degli iscritti, dei loro familiari e dei superstiti, nonché promuovere e sostenere tutte le attività possibili per i professionisti iscritti e il loro reddito, a norma di legge e in base a regolamenti deliberati dalla Fondazione stessa.

Visto il forte interesse collettivo e nazionale, questo tipo di Fondazione ha durata illimitata e non può essere scelta: ciò è comprensibile, affinché gli obbligati ai versamenti, beneficino poi degli strumenti di assistenza, previdenza e accessori promessi.

L’Ente previdenziale dei medici, dopo un periodo nel quale non ha erogato diretti benefici al reddito dei professionisti iscritti nelle sue liste, attraverso prestiti personali o finalizzati, è tornata dal 2015 a svolgere questo ruolo, seppur in convenzione con altri istituti bancari o di credito. Per quanto concerne i mutui destinati all’acquisto d’immobili, sia per la famiglia, sia per il lavoro, ENPAM si è costituita parte attiva nel processo d’erogazione e queste soluzioni saranno descritte nei prossimi capitoli.

Analizzeremo tutte le migliori opzioni di prestiti Enpam per il 2019, focalizzandoci sulle peculiarità dei finanziamenti agevolati rivolti a medici e pensionati iscritti all’Ordine, nonché ai loro familiari. Cercheremo di illustrare sinteticamente tutte le condizioni economiche vantaggiose ottenute da ENPAM per i propri iscritti, incentivando i medici, gli odontoiatri o coloro che già percepiscono un qualsiasi tipo di pensione da questo ente previdenziale, a visionare alcuni preventivi d’esempio per analizzare al meglio le soluzioni disponibili sul mercato del credito e scegliere di conseguenza, secondo necessità.

 

Prestiti Enpam in Convenzione

Per quanto concerne il 2019, Enpam è stata coerente con l’oggetto presente nel suo Statuto ed è intervenuta con misura a sostegno del reddito dei propri iscritti, medici, odontoiatri, pensionati (ex medici) e i loro familiari, mediante stipula di convenzioni con vari istituti di credito per ottenere prestiti e mutui agevolati, prevedendo soluzioni di finanziamenti a breve termine molto particolari:

  • Anticipo Transato POS.
  • Anticipo del Credito.

Oltre a questi, ci sono prodotti finanziari appannaggio degli iscritti, cui potranno beneficiare i clienti delle loro attività, in particolare un Prestito che alcuni dentisti convenzionati possono proporre ai propri pazienti, grazie alla convenzione con Deutsche Bank e la soluzione denominata Easy.

Requisito essenziale per richiedere i prestiti e i mutui in convenzione, è l’iscrizione all’Ordine dei Medici, a dimostrazione della propria qualifica e dell’appartenenza a questo ente che si occupa di previdenza, assistenza e sicurezza.

Enpam ha stipulato alcune convenzioni con i più rinomati istituti finanziari presenti sul territorio italiano per agevolare i medici e gli odontoiatri, i pensionati cui l’ente eroga la pensione, nonché i loro parenti (a volte), per l’accesso al credito e l’ottenimento di prestiti, secondo il bisogno e le esigenze dei singoli individui. I prestiti erogati a favore dei soggetti iscritti a Enpam, sono ovviamente prestiti a tassi agevolati, molto inferiori a quelli di mercato, oltre condizioni estremamente favorevoli e altri benefit accessori.

Gli istituti con i quali Enpam ha convenzioni aperte a favore dei suoi iscritti nel 2019, sono:

  • Deutsche Bank.
  • BNL Gruppo Bnp Paribas.
  • Banca Popolare di Sondrio.
  • IBL Banca.
  • Banca Popolare Pugliese.
  • Conafì Prestito.
  • Agos Ducato.

Vediamo nel dettaglio quali sono i principali strumenti a disposizione, allegando alcuni preventivi o esempi di prestiti personali e di altri mezzi a disposizione per le persone.

 

Convenzione Deutsche Bank

Grazie alla partnership sottoscritta con questo famoso istituto tedesco e valida fino al 31/12/2019, tutti gli iscritti Enpam e i dipendenti dell’ente a carattere privato, hanno a disposizione un’ampia gamma di prodotti finanziari a condizioni interessanti, quasi privilegiate. Di seguito alcuni servizi erogati da questo istituto.

 

Conti correnti con annessi servizi di Internet Banking/Home Banking

La soluzione “db Insieme New”, offre agli iscritti Enpam, un conto corrente con queste caratteristiche:

    • Zero canone mensile (gratuito per i primi 6 mesi, successivamente si pagherebbe 1,50 al mese, ma è sempre gratis se accreditiamo lo stipendio/pensione/bonifici superiori a 750€ ogni mensilità).
    • Zero commissioni sui bonifici disposti online.
    • Operazioni illimitate gratuite, sia online, sia allo sportello.
    • Prelievi gratuiti da tutti gli sportelli ATM, qualsiasi sia la banca, sia in Italia, sia all’estero.
    • Deposito titoli totalmente gratuito.
    • Trasferimento gratuito del conto da un’altra banca alla Deutsche Bank in 12 giorni lavorativi.

 

Prestito Personale db PrestiComfort

Grazie al quale otterremo un importo massimo di 30.000€, scegliendo noi durata e importo della rata connessa al piano di restituzione. A titolo esemplificativo, riportiamo un esempio di prestito erogato da Deutsche Bank d’importo 20.000€ da rimborsare in 72 rate mensili da 342,50€ (TAN 6,71% fisso, TAEG 7,79%). Completano il tutto le spese d’istruttoria di 250€, oneri legati all’incasso delle rate di 1,35€ cadauna, comunicazioni periodiche per legge pari a 1€ e una polizza assicurativa per proteggere il credito, facoltativamente. Alla fine del periodo di ammortamento, avremo restituito un totale di 24.894€.

 

Finanziamenti Chirografari

E’ un tipo di credito che non ha bisogno di alcun tipo di garanzia reale (pegno o ipoteca) o personale (ad esempio fideiussione o anticresi). Grazie a db Money, potremo ottenere un finanziamento da un minimo di 15.000€ a un massimo di 50.000€ da estinguere in 60 rate mensili. A titolo esemplificativo, pensiamo a un credito di 25.000€ da rimborsare in 60 scadenze da 449,80€ (TAN 3,05%, TAEG 3,515%). In questo caso le spese d’istruttoria sono pari al 1% dell’importo (250€ nel nostro caso), oneri d’incasso e spese d’invio comunicazioni pari a zero euro. La cifra totale sarà di 26.998€.

 

Carta di Debito Internazionale

Db Card World è uno strumento di pagamento e prelievo emesso sul circuito VISA ed è accettato in tutti i punti connessi a questo. Grazie a questa carta, potremo acquistare beni e servizi anche comodamente da casa, on line e potremo, attraverso l’App ufficiale “La Mia Banca”, accedere al conto da device e attivare o disattivare la carta, selezionare i paesi in cui utilizzarla, consentire i pagamenti su internet. Per i titolari del conto db Insieme New, l’emissione dI db Card World è totalmente gratuita.

 

Mutuo Acquisto Prima o Seconda Casa, Ristrutturazione Light

Grazie al tasso misto particolare (fisso + variabile), avremo la possibilità di scegliere prima della stipulazione tra i due tipi e magari cambiare a determinate scadenze prefissate, in ottica del mercato finanziario futuro. Il mutuo db può coprire fino al 80% del costo dell’immobile, dura al massimo 40 anni e offre la polizza obbligatoria incendio e scoppio gratis e nessuna spesa per l’incasso delle rate e per la gestione amministrativa annuale. A titolo esemplificativo, un mutuo di 100.000€, sarà rimborsabile in 240 rate (20 anni) di 449,50€ cadauna al TAN misto 0,765% (parametro IRS a due anni + uno spread 0,95%) e TAEG 0,903%. L’importo totale dovuto sarà 107.932,40€ con il costo totale del credito pari a 9.237,40€ (interessi 7.932,40€, spese perizia 390€, spese istruttoria 665€, imposta sostitutiva 250€).

 

Mutuo Surroga e Liquidità aggiuntiva

Possiamo anche portare il mutuo sottoscritto in un altro istituto bancario all’interno di Deutsche Bank, grazie alla surroga e ottenere anche fino a 25.000€ aggiuntivi a titolo di prestito personale. Il dottore dovrà scegliere la durata del mutuo, il tasso fisso, variabile o misto da applicare e l’eventuale liquidità extra. Anche in questo caso, un esempio chiarirà eventuali dubbi: a fronte di un mutuo di 100.000€, potremo rimborsare in 240 rate mensili da 471,60€ al TAN variabile 1,26% (Parametrato su Euribor a 3 mesi + spread 1,25%), TAEG 1,405%. Il cliente restituirà in totale 113.270,30€ con un costo totale di 14.575,30€ (interessi 13.270,30€, spese perizia 390€, istruttoria 665€, imposta sostitutiva pari a 250€).

 

Finanziamenti ai pazienti dei dentisti

Grazie alla formula db Easy Sorriso, questa banca sostiene le spese dei pazienti per le cure odontoiatriche, con possibilità di estinguere il finanziamento entro il 90° anno d’età, vista il particolare target di clienti che si rivolge solitamente al dentista. I dentisti convenzionati potranno proporre quest’opzione ai propri clienti per rateizzare importi di solito importanti e molto ingenti, fino a 20.000€ da restituire in 72 comode rate mensili con domiciliazione bancarie delle rate o bollettini postali. Questo prestito finalizzato è comodo e veloce perché la procedura è possibile dallo studio sulla piattaforma web Easy Cube con risposta in tempo reale, personalizzabile (tassi d’interesse a carico del cliente o dello studio dentistico) e digitale, grazie alla firma omonima, totalmente on line.

 

Contatti

Se vogliamo informazioni e altri dati, è possibile contattare la Deutsche Bank ai canali previsti per chi è iscritto a Enpam:

  • Sito Internet: www.dbinsieme.com/enpam/
  • Indiritto e-mail: info.dbinsieme@db.com
  • Numero di telefono: 02 6995, disponibile dalle 8 alle 22 dal lunedì al venerdì e il sabato fino alle 14
  • Andando in uno degli sportelli db più vicini a noi, localizzabili grazie all’apposito strumento all’url www.entraincontatto.deutsche-bank.it

 

Convenzione Banca BNL

L’offerta del colosso BNL, facente parte del Gruppo BNP Paribas dal 2006, è studiata appositamente per concedere agli iscritti Enpam, ai pensionati e ai dipendenti dell’ente, una serie di servizi convenienti e molto competitivi, progettate per l’individuo, per la sua famiglia, per il professionista e il suo studio, per il leasing e il servizio POS.

Essendo una delle banche più solide al mondo, può offrire un’ampia gamma di prodotti e servizi finanziari e assicurativi dedicati ai vari segmenti di mercato (retail, private, corporate e pubblica amministrazione). Vediamo quali sono le soluzioni disponibili a favore degli iscritti percettori di reddito da lavoro dipendente  (inclusi pensionati e dipendenti) ed erogate dall’ente, in convenzione con Enpam fino al 31/12/2019.

 

Conto Corrente

Dedicato agli iscritti Enpam, ai pensionati o ai dipendenti, alla modica cifra di 8,90€ trimestrale, avremo un conto aperto con tasso creditore pari a 0,010% e un tasso debitore legato a un possibile fido (previa concessione di apertura di credito soggetta a valutazione da parte della banca) uguale a 6,00%. I bonifici saranno gratuiti se disposti via telefono, da internet, da device mobile, da ATM oppure costeranno 2,00€ se disposti da sportello. Sono totalmente gratuiti i prelievi da ATM in tutto il mondo e l’addebito delle utenze commerciali.

 

Carte BNL

Dotate di tecnologia microchip+pin, queste carte offrono la tutela contro il furto acquisti, prelievi e la salvaguardia dei bagagli; dispongono, inoltre, della tecnologia contactless. Abbiamo la carta BNL Classic su circuito Mastercard o Visa, a fronte del pagamento di 40,00€ annuo (azzerabile il primo anno facendo una sola spesa) o, in alternativa, corrispondendo un canone mensile di 4,90€, rimborsabile al raggiungimento di 500€ di spesa al mese. C’è, inoltre, una carta prepagata con IBAN, su circuito Mastercard, pagando 10€ (anche personalizzata) e, infine, la carta di credito emessa in collaborazione con Findomestic, la BNL Credit. Grazie a quest’ultima, scegliere se pagare a rate un acquisto o una spesa, ovvero richiedere un prestito mini grazie all’opzione Soldi in Conto, nei limiti della disponibilità.

 

Prestito Personale

Le caratteristiche di questo prestito a favore delle persone iscritte a Enpam, ossia pensionati o dipendenti, hanno come finalità quella di corrispondere a esigenze di carattere personale e familiare. Potremo richiedere un importo da 5.000€ a 100.000€ e rimborsarlo tra i 36 e 120 mesi, secondo la nostra comodità. Il tasso applicato al prestito personale di BNL è pari al 5,99% con le spese d’istruttoria previste di 0,50% sull’importo totale del prestito (massimo 399€) e l’imposta sostitutiva uguale allo 0,25% della cifra finanziata.

Facoltativamente, si potrà sottoscrivere una polizza a salvaguardia della corretta restituzione delle rate del prestito, nei casi previsti dall’assicurazione stessa (inabilità permanente, perdita lavoro, etc.) , corrispondendo una percentuale sempre sull’importo (massimo 1,308% annuali se la durata del piano di rientro è inferiore o uguale a 60 mesi, massimo 0,744% annui se la durata varia da 61 a 120 mensilità).

Per chiarezza espositiva, focalizziamoci su due esempi di prestito di 10.000€ erogato da BNL in favore di un iscritto Enpam, allocando le varie voci in una tabella:

Importo del credito 10.000€ 10.000€
Importo Finanziato 10.425,06€ 10.101,01
Durata 96 mesi 60 mesi
Importo Rata 136,95€ 198,75€
Interessi 2.722,14€ 1.642,22€
Commissioni d’Istruttoria 399,00€ 257,07€
Imposta Sostitutiva 26,06€ 25,71€
Spese incasso se addebito

su C/C BNL

0,00€ 0,00€
Invio comunicazioni periodiche in formato digitale 0,00€ 0,00€
Importo totale dovuto 13.147,20€ 11.925,00€

 

Mutuo BNL

Salvo possibili campagne periodiche in promozione più vantaggiose per i clienti, sono posti a disposizione degli iscritti Enpam questi mutui destinati all’acquisto, alla ristrutturazione di un immobile residenziale o alla richiesta affine di un prestito personale, quindi liquidità. Lo strumento di cui parliamo coprirebbe fino al 80% il valore dell’immobile e disegnerebbe un piano di estinzione a tasso fisso e variabile senza limite d’importo, per durate da un minimo di 5 a un massimo di 30 anni. Le condizioni privilegiate sono suscettibili di scelta da parte di chi sottoscrive il mutuo, secondo propri desideri e considerazioni personali sul budget familiare.

Nella tabella elenchiamo i parametri aggiornati per quanto concerne i tassi applicati a un mutuo esemplificativo d’importo pari a 100.000€:

Tasso Fisso Durata Tasso Variabile parametro Euribor 1 mese/365
TAN TAEG ANNI Spread TAEG
1,55% 2,31% 5 1,50% 1,87%
1,55% 1,99% 10 1,50% 1,56%
1,90% 2,24% 15 1,50% 1,46%
2,00% 2,29% 20 1,60% 1,51%
2,15% 2,41% 25 1,65% 1,53%
2,35% 2,60% 30 1,70% 1,57%

Le spese d’istruttoria e quelle di perizia sono determinate in base allo scaglione di mutuo, nel nostro esempio (100.000€), avremo le prime pari a 1.000€ e le seconde uguali a 300€.

 

Convenzioni per Medici e Dentisti

Dopo aver visionato le offerte riservate ai percettori, da parte di BNL a favore degli iscritti Enpam, poniamo l’accento a quelle riservate ai medici esercenti attività professionale autonoma e agli studi (quindi ai professionisti) iscritti sempre all’ente previdenziale. Ricordiamoci di presentare sempre il tesserino d’appartenenza all’ordine, quando ci rivolgiamo all’istituto per ottenere il benefico legato alla convenzione stipulata tra le parti. Vediamo, in breve, gli strumenti disponibili per i medici e i dentisti:

  • Mini Prestito Carte BNL BUSINESS. Pensate e personalizzate per le esigenze del settore professionistico, ci sono le carte di credito BNL, emesse sul circuito visa e con le quali potremo ottenere anche un piccolo prestito personale, grazie alla soluzione dell’Anticipo Contante, oltre un ampio pacchetto di servizi assicurativi e assistenziali connessi all’attività di Enpam stessa. Carta BNL Business costa 0,00€ il primo anno e 41,32€ i successivi, mentre la versione GOLD soli 30,99€ in promozione anziché 129,11€. La carta VersaCash, grazie alla quale il professionista potrà versare assegni e contante su ATM sette giorni su sette, è gratuita.
  • Finanziamento Anticipo Transato POS. Si tratta di un finanziamento a breve termine, grazie al quale il medico potrà ottenere un credito fino al 80% del transato POS effettuato nell’anno precedente (o frazione d’anno), a patto d’installare il terminale venduto da BNL, Il finanziamento assumerà la forma di fido disponibile sul conto corrente ordinario e sarà rimborsato tramite flusso dei pagamenti che il medico otterrà dai suoi clienti usando il POS. Le spese di tenuta del conto speciale in cui è presente il fido sono pari a 0,00€, con l’applicazione di una piccola commissione aggiuntiva di 0,20% sull’importo, addebitata trimestralmente e un tasso debitore parametrato su MM Euribor 3 mesi + spread di 2,30%. I POS BNL disponibili sono due, lo Stand Alone al costo mensile di 12,00€ (0,00€ se si raggiungono volumi mensili pari a 3.000€) e Pin Pad a 3,80€ e il Multifunzione, al costo di 19,00€ (gratuito se le transazioni raggiungono i 5.000€ mensili).
  • Finanziamento Anticipo Crediti. Soluzione molto utilizzata nel business e rivolta a condizioni vantaggiose da BNL per gli iscritti Enpam, è l’anticipo fatture dei crediti commerciali; corrisponde a un finanziamento a breve termine in cui la Banca ci anticipa dei soldi a fronte della presentazione di una fattura comprovante un credito vantato nei confronti di un cliente, ma non ancora esatto. E’ necessaria l’apertura di una linea di credito: il professionista cede il credito pro-solvendo e riceve una somma di denaro scontata e dedotta di uno scarto prudenziale. Il costo annuale è pari a 60€, mentre il tasso debitore applicato sarà parametrato a MM Euribor 3 Mesi + Spread di 2,85%, con una commissione onnicomprensiva pari a 0,20% trimestralmente dedotta sull’importo dell’affidamento concesso.
  • Prestito Chirografario BNL. Si tratta di un prestito molto importante per i medici iscritti a Enpam, grazie al quale potranno acquistare macchinari, ristrutturare immobili, adeguare i locali alle norme sulla sicurezza e gli impianti alle leggi ambientali senza alcuna garanzia ipotecaria. Il professionista potrà richiedere da un minimo di 5.000€ a un massimo di 200.000€ e rimborsare questo prestito dai 6 agli 84 mesi tramite una rata mensile ovvero trimestrale posticipata, scegliendo tra tasso variabile (parametrato alla media Euribor 1/3 mesi + uno spread indicizzato al numero degli anni legati al piano di ammortamento) o tasso fisso (TAN 2,65%, TAEG 4,397% fino a 5 anni, TAN 2,80%, TAEG 4,078% oltre i 5). Altri costi, riguarderanno le spese d’istruttoria, pari a 0,40% dell’importo finanziato e la commissione di concessione dovuta per legge, uguale a 1,75%.
  • Leasing BNL. A favore dei medici Enpam, il contratto di Leasing è sempre più utilizzato per i noti vantaggi fiscali connessi al suo utilizzo e per le finalità legate all’attività d’impresa. Grazia al leasing, potremmo disporre di un bene strumentale alla nostra azienda, senza possederne la proprietà piana, pagando un canone per poi decidere alla fine se riscattarlo o meno al prezzo prefissato. Ecco alcuni esempi di Leasing proposti da BNL:
Contratto Leasing Auto Leasing Immobiliare Leasing Strumentale
Durata 48 mesi 120 mesi 48/60 mesi
Prima Rata 20% 20% 20% o superiore, in base al bene
Valore Riscatto 1% 1% 1%
Tasso d’interesse Euribor 3M + 3,00% Euribor 3M + 2,70% Euribor 3M + 2,85%
Spese 100€ 200€ 200€
 

Assicurazione

Obbligatoria, a carico del cliente (RC, Incendio e Furto) Obbligatoria (proposta da BNL) Obbligatoria (proposta da BNL)
  • Conto Corrente Professionisti Top. A fronte di un addebito trimestrale di 30,00€, otterremo un tasso creditore di 0,010% e pagheremo un tasso debitore pari al parametro medio Euribor 3 mesi base 365 + spread 4,35%. Le operazioni gratuite saranno illimitate e i bonifici avranno un costo diverso, a seconda siano disposti on line (0,50€), ossia a sportello (2,00€). La commissione affidamento è pari allo 0,20%. Grazie a questo conto, potremmo usufruire dei servizi di E-banking BNL per le Aziende, per visionare i documenti on line (gratuito), ossia per l’utilizzo dello strumento e-banking BNL Business Europe, al modico prezzo di 8,00€ e con tutti i vantaggi connessi alla possibilità di gestire il conto aziendale direttamente da qualsiasi piattaforma anche mobile e da casa.

 

Contatti

Al fine di risolvere eventuali dubbi o chiarire alcune questioni, oppure se vogliamo richiedere uno di questi strumenti, BNL mette a disposizione le proprie filiali bancarie presenti su tutto il territorio italiano e ricercabili utilizzando lo strumento predisposto sul sito www.bnl.it ovvero chiamando il numero 060.060. Se desideriamo essere avvicinati da una figura competente che venga al nostro domicilio e illustri approfondendo le varie soluzioni di finanziamenti e prestiti BNL per gli iscritti Enpam, allora potremmo contattare un professionista valido direttamente all’indirizzo email contattilifebanker@bnlmail.com.



 

Convenzione Banca Popolare di Sondrio

Banca Popolare di Sondrio è un antichissimo istituto di credito fondato nel 1871 collocato, come dice il motto stesso, al centro delle Alpi, in una posizione estremamente significativa dal punto di vista geopolitico.  Questa banca propone una serie di prodotti finanziari agevolati per gli iscritti Enpam, siano essi medici, dentisti oppure dipendenti dell’ente stesso, in grado di soddisfare le esigenze più disparate e i bisogni più moderni.

 

Prestito Personale

E’ il prestito personale riservato agli iscritti Enpam a condizioni agevolate, erogato da questo istituto finanziario. Può essere richiesto all’interno dell’Area Riservata dell’ente previdenziale, oppure in una qualsiasi filiale della banca, per qualsiasi fine. La cifra massima richiedibile non è molto alta, 20.000,00€ ma sufficiente a soddisfare moltissime necessità; potremo restituirla comodamente dalle 24 alle 60 rate mensili al tasso fisso parametrato a IRS + spread 4,50%. Le spese d’istruttoria saranno 60,00€ con l’incasso di ciascuna rata pari a 2,50€ e l’applicazione dell’imposta sostitutiva pari a 0,25% del prestito.

Completano il tutto, le spese per le comunicazioni periodiche annue obbligatorie per legge (1,15€) e la possibilità di estinzione anticipata, la penale uguale a 1,00% sul capitale residuo, sempre a norma. Un esempio chiarirà le idee al lettore e potrà meglio disegnare nella sua mente questa possibilità: se chiediamo un prestito di 20.000,00€ da rimborsare in 60 rate mensili, pagheremo 378,92€ (TAN 4,89%, TAEG 5,54%). Nel TAEG sono inclusi i costi d’istruttoria pari a 60,00€, le spese d’incasso delle rate (2,50€ * 60= 150€), le comunicazioni annue (1,15€ * 5) e l’imposta sostitutiva (0,25% * 20.000€= 50,00€). L’importo totale dovuto dal richiedente alla fine del periodo di ammortamento, a fronte della cifra ottenuta, è 22.850,75€.

 

Conto Corrente Tradizionale

Il tasso creditore al quale i nostri soldi saranno ricapitalizzati è legato al parametro BCE – uno spread di 0,10 punti percentuali, con periodicità annuale della liquidazione degli interessi. Il conto corrente ha un costo di 10,00€ trimestrali e nessuna spesa per la registrazione delle operazioni, nonché per l’invio delle comunicazioni, se non in formato elettronico e per l’addebito permanente SDD delle utenze. E’ possibile, salvo approvazione e valutazione da parte della Banca, richiedere un affidamento creditizio (fido) che funga da prestito o finanziamento, pagando un tasso d’interesse debitore pari al parametro BCE + spread di 3,25 punti.

 

Conto Corrente On line

Questo nuovo strumento, totalmente digitale, si caratterizza e differenzia dal precedente conto tradizionale per il tasso creditore applicato, pari al parametro BCE senza spread alcuno, per l’assenza di spese riguardo le operazioni e la tenuta del conto mensile, nonché per il canone gratuito della Carta Bancomat®, Pago Bancomat®, Maestro emessa a la possibilità di utilizzare il conto per il Trading On Line, pagando 0,00 di canone annuo, ma commissioni per le compravendite di strumenti finanziari in tempo reale pari a 0,185% (minimo 6,00€). La richiesta di apertura del conto on line della Banca di Sondrio può essere fatta esclusivamente dal portale di Enpam.

 

Carta Fondazione Enpam

Nata in collaborazione con Enpam, la Banca di Sondrio ha messo questa carta di credito con funzioni personalizzate per l’uso privato e professionale da parte degli iscritti; la grafica accattivante (l’uomo vitruviano di Leonardo e il caduceo) richiama le icone della professione cui si riferisce, conferendo un segno distintivo e un senso di appartenenza al titolare. La carta ha costo di emissione e canone annuale pari a 0,00€, è richiedibile esclusivamente on line dall’Area Riservata agli iscritti della Cassa, anche non titolari di conto corrente della Banca di Sondrio, la carta dispone tre possibili linee di credito con opzione di rimborso a saldo o in modalità revolving:

    • Plafond fino a 8.000,00€, consente acquisti e prelievo contanti.
    • Plafond fino a 25.000,00€, costituisce un buon mezzo, sicuro e senza spese accessorie, per versare i contributi previdenziali alla Cassa e pagare la polizza sanitaria Enpam.
    • Plafond fino a 20.000,00€, rappresenta un vero e proprio prestito o finanziamento per i soggetti Enpam. Disponibile solo per i titolari della carta da più di quattro mesi, questa linea di credito va attivata nell’area riservata del sito dell’ente previdenziale.

 

Mutuo Ipotecario

Banca Popolare di Sondrio ha predisposto la possibilità di aprire un mutuo ipotecario agevolato per i medici e gli odontoiatri, se questi devono ristrutturare, costruire o acquistare delle unità immobiliare per uso privato o professionale, finanziando fino al 70% del valore secondo un piano di ammortamento a tasso fisso ovvero variabile e di durata massima fino a 20 anni. Se vogliamo aprire uno studio o predisporre un locale a tal scopo, questo è il mutuo che fa per noi: la cifra massima ottenibile è pari a 250.000,00€ e potremo restituirla in 5, 10, 15 o 20 anni, oltre il periodo di preammortamento al tasso variabile parametrato su Euribor a 6 mesi /360 ovvero al tasso fisso IRS lettera a 5, a 10, 15 e 20 anni. Le spese notarili e di perizia saranno a carico della parte mutuataria e le rate dovranno essere corrisposte semestralmente, al costo di 3,50€ cadauna.

 

Contatti

Se desideriamo procedere alla richiesta degli strumenti on line, possiamo accedere all’Area Riservata sul portale web della Cassa Previdenziale enpam, oppure se vogliamo avere ulteriori informazioni, Banca Popolare di Sondrio mette a disposizione diversi canali per le differenti richieste:

  • Conto Corrente on line. E-mail: conto.online@popso.it
  • Finanziamenti on line. E-mail: enpam.finanziamenti@popso.it
  • Carta Fondazione ENPAM. E-mail: carta.enpam@popso.it

Per questi e tutti gli altri prodotti, è disponibile un numero verde, 800 190 661, grazie al quale saremo messi in contatto con il personale della banca stessa. Al fine di trovare le altre filiali della banca presenti sul territorio, è disponibile anche lo strumento on line all’indirizzo www.popso.it/filiali-atm.

 

Convenzione IBL Banca

IBL Banca è un altro istituto di credito con il quale Enpam ha stipulato una convenzione per favorire i propri iscritti; la banca si colloca tra i leader di mercato nel settore dei prestiti con la cessione del quinto, strumento molto utilizzato e adatto ai pensionati e ai dipendenti per le modalità con il quale si ottiene il denaro e si realizza l’estinzione.

Analizziamo in breve la gamma di prodotti finanziari emessi da IBL per ogni singolo individuo appartenente alla Fondazione Enpam, differenziando le varie offerte il cui nome e logo è veramente molto ben collocato, “Ratabassotta”:

 

Pensionati Enpam

Grazie a Ratabassotta di IBL, nel 2019 il pensionato Enpam potrà ottenere un prestito con la cosiddetta cessione del quinto fino a 75.000€ pagabili in comodissime rate fino a 120 mesi, senza necessità di motivare e finalizzare la richiesta. Seppur il prestito con cessione del quinto segua molte variabili in funzione dell’età, dell’anzianità di servizio, della natura giuridica del datore di lavoro, dell’importo richiesto, etc. cerchiamo di dare un paio di esempi di possibili prestiti per pensionati grazie a questo strumento. Avremo:

RataBassotta®
Prestito Rata Mensile Durata TAN fisso TAEG fisso
6.000€ 181€ 36 mesi 5,25% 5,57%
16.000€ 180€ 120 mesi 5,55% 6,48%

Ricordiamo al lettore che la cessione del quinto è assistita obbligatoriamente da legge con sottoscrizione contestuale di polizza a salvaguardia del rischio vita o di perdita del lavoro, nel caso del pensionato solo il primo caso naturalmente.

 

Medici e Odontoiatri

Anche questo professionista, compresi gli odontoiatri, potrà avvalersi dello strumento proposto da IBL, la cessione del quinto dello stipendio in questo caso, sempre richiedendo un importo massimo fino a 75.000€ rimborsabile fino a 120 mensilità. Ecco un prospetto esemplificativo:

RataBassotta®
Prestito Rata Mensile Durata TAN fisso TAEG fisso
8.000€ 183€ 48 mesi 4,55% 4,76%
18.000€ 192€ 120 mesi 4,40% 5,25%

In questo caso è obbligatorio sottoscrivere la polizza a salvaguardia del credito contro il rischio vita e quello d’impiego.

 

Dipendenti Pubblici Enpam

I dipendenti a carico dell’ente di previdenza a carattere privato, possono altresì cedere il quinto del loro stipendio e ottenere un prestito non finalizzato, fino a 75.000€ da restituire al massimo in 120 mensilità e sottoscrivendo contestualmente una polizza contro il rischio vita e perdita del lavoro. Ecco una tabella esemplificativa d’esempio, fermo restando il fatto che occorra chiedere un preventivo a IBL Banca per ottenere valori vincolanti e scaricare il modulo SECCI:

RataBassotta®
Prestito Rata Mensile Durata TAN fisso TAEG fisso
8.000€ 183 48 mesi 4,55% 4,76%
18.000€ 192€ 120 mesi 4,40% 5,25%

 

Contatti

Se desideriamo ricevere una consulenza o un preventivo reale di un prestito con cessione del quinto, IBL Banca ci propone diverse modalità di contatto:

  • All’indirizzo www.iblbanca.it/lp/facebook.html?IDadv=612, compilando i campi e aspettando di essere ricontattati.
  • Chiamando il numero verde 800 907 997
  • Andando direttamente in una filiale IBL. Sul sito web della banca è possibile trovare quella a noi più vicina, utilizzando lo strumento web all’url www.iblbanca.it/trovaFiliale.html.

 

Convenzione Banca Popolare Pugliese

Banca Popolare Pugliese predispone la sua proposta di prestito con cessione del quinto agli iscritti Enpam(dipendenti, pensionati e medici convenzionati), attraverso l’offerta denominata Chiaro.  Grazie a questo prestito, tutte queste persone potranno realizzare i loro progetti, le loro ambizioni e i loro sogni in modo facile e veloce: si potrà ottenere facilmente il denaro addebitando la rata direttamente in busta paga o sul cedolino pensionistico, senza indicazione alcuna di finalità, a un tasso fissato ex ante in fase di stipulazione del contratto di finanziamento sottoscritto tra le parti.

Il prestito con cessione del quinto della Banca Popolare Pugliese, prevede l’obbligo di sottoscrivere una polizza contro la perdita del posto del lavoro e/o della vita, secondo quanto previsto dalla normativa in vigore: la banca, però, s’incaricherà di coprire i costi di questa.

Grazie alla cessione del quinto, non serviranno né garanzie personali, né reali per ottenere il prestito personale. Facciamo un breve excursus sulle soluzioni poste in promozione dalla Banca Popolare Pugliese per gli iscritti Enpam nel 2019, fermo restando il carattere temporaneo della promo e la probabile sottoscrizione di una nuova convenzione.

 

Pensionati E.N.P.A.M.

Rivolta ai pensionati a cui l’ente eroga la pensione, questo prestito è vincolato alla trattenuta di 1/5 dal cedolino. Si chiama Chiaro BPP ed è semplice, veloce e conveniente. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, possiamo riportare l’esempio di prestito con cessione del quinto descritto sul sito appannaggio di chi ha smesso di lavorare e percepisce un reddito da previdenza. Se il pensionato chiede un prestito di 20.000€, gli saranno trattenuti 227,98€ ogni mensilità, per 120 (TAN 5,51%, TAEG 6,79%). L’età massima della persona che può richiedere questo prodotto, non deve superare gli 85 anni compiuti a scadenza.

 

Medici Convenzionati

A favore dei medici convenzionati Enpam, Banca Popolare Pugliese mette a disposizione il prestito con la cessione del quinto, anche con deleghe di pagamento, fermo restando la sottoscrizione obbligatoria della polizza con i costi a carico della Banca. Nell’esempio riportato, immaginiamo un medico che richieda un prestito di 25.000€ e decida di restituirlo facendosi prelevare dallo stipendio mensile 259,54€ per 120 mesi (TAN 3,50%, TAEG 4,63%). L’importo totale dovuto alla fine dei 10 anni, sarà di 31.144,80€. L’età massima per il medico che fa questa richiesta non deve superare i 65 anni o comunque essere al di sotto della soglia temporale pensionabile.

 

Dipendenti Pubblici E.N.P.A.M.

A favore dei dipendenti pubblici, Banca Popolare Pugliese consente anche in questo caso l’usufrutto del prestito con cessione del quinto, anche con deleghe di pagamento e comunque non oltre i 75 anni per le cessioni e non oltre l’età pensionabile nel caso di delegazioni. In promo abbiamo un prestito di 25.000€, rimborsabile tramite accredito del quinto dello stipendio a favore della Banca per 10 anni (TAN 3,50%, TAEG 4,63%). L’importo totale dovuto dal consumatore sarà 31.144,80€ con gli interessi totali pari a 4.898,08, le commissioni istruttoria pari al 4,50% quindi 1.181,10€ e l’imposta sostitutiva uguale allo 0,25%, indi per cui 65,62€.

 

Contatti

E’ possibile contattare questo istituto, leader nello strumento moderno e flessibile, personalizzabile, denominato cessione del quinto, prendendo un appuntamento con un agente in zona al numero verde 800.99.14.99 ovvero visitando il sito web della banca o i canali social per maggiori informazioni.

 

Convenzione Conafi Prestitò

Il Gruppo Conafi è presente da anni in tutto il territorio Italiano e ha deciso di specializzarsi anch’esso nel segmento della cessione del quinto, offrendo a tutti gli iscritti Enpam dei prestiti a condizioni vantaggiose, concorrenziali e riservate, con la sicurezza di un tasso fisso e di una rata costante, da un minimo di 24 a un massimo di 120 mesi, con copertura assicurativa prevista obbligatoriamente per legge.

Conafi segue attentamente i propri clienti sia nella fase di pre, sia in quella di post-vendita, con consulenza e assistenza a domicilio garantita durante tutto l’iter e svolta da personale altamente specializzato.

I prestiti con cessione del quinto di Prestitò, non necessitano né garanzie personali, né motivazioni, sono semplici prestiti personali e non è necessario presentare spesso un altro firmatario a fronte di richieste d’importi elevati.

Vediamo nel dettaglio, quali sono i principali prodotti finanziari erogati da Conafi Prestitò per questo 2019, appannaggio degli iscritti ad Enpam, in base alla convenzione stipulata tra le parti.

 

Medici Dipendenti Pubblici

I prestiti con la cessione del quinto ai medici dipendenti di aziende pubbliche sono molto ricercati per la qualità dell’impiego e la sicurezza dovuta al comparto pubblico. Conafi offre consulenza gratuita e copertura assicurativa inclusa, trattenendo direttamente l’importo della rata dalla busta paga mensile. A titolo esemplificativo, riportiamo l’esempio di prestito descritto in promozione per quest’anno: a fronte di un credito di 25.030€, cederemo dallo stipendio 259,00€ al mese (cifra tonda) al TAN 2,85% e TAEG 4,56%, pagando interessi pari a 4.061,37€, sostenendo spese d’istruttoria uguali a 636,00€, l’imposta di bollo di 16,00€ e le commissioni dell’intermediario del credito pari a 1.336,44€ per un importo totale dovuto di 31.080,00€. L’età massima a scadenza di chi cede non può superare 75 anni.

 

Medici Convenzionati Enpam

Conafi Prestitò eroga il prestito con la cessione del quinto anche a favore dei medici privati convenzionati con Enpam, i quali possono ottenere i soldi sempre che la loro età non vada oltre i 65 anni a scadenza o comunque diventi soglia pensionabile. Nell’esempio riportato, per chiarire le idee del lettore, fermo restando la personalizzazione dello strumento di cessione di 1/5 e quindi la necessità di avvicinare un addetto competente che lavori per Prestitò, abbiamo un medico che chiede, ottenendo, un prestito di 25.058,00€ con cessione del quinto dello stipendio di 265,00€ mensili per 120 mesi, al TAN 3,76%, TAEG 5,04%. Questo tasso finale comprende l’incidenza degli interessi (5.330,19€), delle spese d’istruttoria (600,00€), dell’imposta di bollo (16,00€) e le commissioni a favore dell’intermediario del credito pari a 795,00€ per un totale di 31.800,00€.

 

Pensionati Enpam

Prestitò Conafi ha pensato anche ai pensionati cui l’ente previdenziale eroga l’assegno mensile, predisponendo il prestito con la cessione del quinto, fino al massimo 85 anni compiuti alla scadenza del piano di estinzione del debito. Nell’esempio, in promo, il pensionato otterrà 27.125€ cedendo nella pensione 299,00€ al mese per 10 anni (TAN 4,77%, TAEG 6,00%). L’importo totale dovuto arriverà a 35.880,00€.

 

Contatti

Se desideriamo un preventivo certo gratuito o se vogliamo altre informazioni, possiamo contattare Conafi Prestitò in molti modi, anche carini e tecnologicamente avanzati:

  • Numero Verde: 800.900.313;
  • Numero Fisso: 011 3818019;
  • WhatsApp: 344 388 4108 (7 su 7, dalle 9.00 alle 22.00);
  • Compilando il form di contatto sul sito web di Prestitò.

 

Convenzione Agos Ducato

Club Medici Italia è un intermediario finanziario che opera autorizzato da Agos Ducato, la famosissima finanziaria presente nel credito al consumo e in altri segmenti di business: grazie a questa partnership,  Agos offre prestiti personali esclusivi, comodi e veloci finalizzati a soddisfare le esigenze dei medici e di tutti gli iscritti a Enpam. Sarà nostra cura dimostrare l’appartenenza all’ente, mostrando il tesserino d’iscrizione all’Ordine dei medici o il badge.

Descriviamo in breve i prodotti finanziari e i prestiti erogati da Agos.

 

Prestito Medico Specializzando

Quest’offerta è richiedibile da un medico che frequenti regolarmente una scuola di specializzazione, indipendentemente dall’anno di corso, senza vincoli di durate e importi. E’ possibile ottenere un prestito personale non vincolante, né finalizzato, fino a 10.000€ senza altre firme, rimborsabile fino a 48 mesi al TAN 6,95% mediante addebito su un conto corrente indicato. Le spese d’istruttoria ammonteranno a 200€, mentre sarà del tutto assente la penale d’estinzione anticipata: potremmo chiudere in ogni momento questo debito, pagando solo il dovuto. Questo prestito è molto flessibile, potremo modificare l’importo della rata e quindi la durata, aumentandolo o diminuendolo al massimo per 3 volte durante tutto il finanziamento, in base a nostre esigenze e contingenze; sarà inoltre possibile saltare la rata, rimandando il pagamento alla fine del piano di rimborso, una sola volta l’anno e al massimo tre in tutto. Per richiedere il prestito, sono necessari:

  • Documento d’identità;
  • Tessera sanitaria/codice fiscale;
  • Tesserino iscrizione ordine;
  • Documento attestante il reddito (cedolino stipendio, attestato iscrizione alla scuola di specializzazione).

 

Iscritti e Pensionati Enpam

Agos offre un prestito fino a 80.000€ a chi è già pensionato o comunque iscritto a Enpam, anche se le cifre superiori a 50.000€ saranno concesse da Agos solo ai già clienti e comunque solo per il consolidamento dei debiti. La durata massima del rimborso sarà di 120 mesi (180 mesi per i già clienti e per il consolidamento), al tasso fisso TAN da 6,95% a 9,50%, in base al grado di rischio connesso al cliente e al profilo finanziario elaborato da Agos.

Le spese d’istruttoria ammonteranno a 200€ per gli importi finanziati fino a 30.000€ e 300€ se superiori. E’ necessario presentare la seguente documentazione valida per ottenere il prestito erogato da Agos:

  • Documento d’identità;
  • Tessera Sanitaria/Codice fiscale;
  • Tesserino Iscrizione all’Ordine;
  • Documento di reddito, se non si è esenti (busta paga, modello unico, cedolino pensionistico).

Sono esentati dal presentare un documento di reddito coloro che sono iscritti all’Ordine da almeno due anni fino a 5 se chiedono cifre inferiori a 12.000€, mentre sono esenti quelli iscritti da più di 5 anni se richiedono prestiti fino a 30.000€.

Anche in questo caso è possibile modificare la rata e la durata per 3 volte durante tutto l’arco del piano di rientro e posticipare il pagamento di una rata alla fine al massimo tre volte.

 

Dipendenti Enpam

Club Medici Italia, autorizzato da Agos, offre prestiti anche ai dipendenti Enpam per importi fino a 50.000€ se si è già clienti, ovvero 30.000€ e durata del finanziamento al massimo pari a 120 mesi. Potremo rimborsare con addebito sul conto corrente le rate costruite al TAN (Tasso Annuo Nominale) da 6,95% a 8,95%, pagando spese d’istruttoria pari a 200€ (per cifre inferiori a 30.000€) o 300€ (per cifre superiori).

Sarà necessario presentare la seguente documentazione:

  • Documento d’identità valido;
  • Codice fiscale;
  • Ultime due buste paga.

Anche per questo target è possibile e prevista la possibilità di modificare durate e importo della rata al massimo 3 volte e posticipare l’esborso di una rata, saltandola e inviandola alla fine, sempre per lo stesso numero di volte (al massimo una l’anno).

 

Contatti

Al fine di richiedere informazioni o direttamente il prestito, possiamo contattare il servizio CreditDoc, ai numeri verdi:

  • 143.340 per l’area blu corrispondente alle regioni Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Abruzzi, Umbria, Lazio, Puglia.
  • 032.797 per l’area arancio, le regioni Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata, Campania, Molise.

Oppure andare sulla landing page del Club Medici Finance, compilando l’apposito modulo di contatto e verremo ricontattati in pochissimo tempo.

 

Mutuo Enpam

Enpam stessa, attraverso la sua fondazione, mette a disposizione dei propri iscritti mutui direttamente erogati dalla cassa di previdenza per l’acquisto della prima casa o di uno studio professionale.

Il Mutuo agevolato è un prodotto finanziario erogato da Enpam a favore degli iscritti per finanziare l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di un immobile fino al 80% del suo valore (il limite per ristrutturare è in assoluto 150.000€). L’immobile deve trovarsi nello stesso comune di residenza del titolare del diritto o comunque, dove si svolge l’attività lavorativa principale e non deve essere accatastato come immobile di lusso.  Il mutuo erogato da Enpam, può sostituirne anche uno già esistente.

Il richiedente deve essere iscritto alla cassa previdenziale, essere in regola con i versamenti e avere almeno due anni d’anzianità contributiva e non deve avere contratti in essere come assegnazione e locazione con patto di futuro acquisto di altro alloggio o essere già proprietario di altro immobile nel medesimo luogo; requisito che si estende anche al coniuge e ai familiari a carico, possibili intestatari di beni familiari.

Anche i parenti d’iscritti Enpam deceduti hanno diritto a fare domanda di accesso al mutuo e non ci sono limiti d’età: gli anni non devono comunque superare gli 80 al termine di tutto il pagamento o i 90 se la casa acquistata è di proprietà della fondazione Enpam.

Ci sono dei limiti reddituali basati sulle fasce d’età dei richiedenti il mutuo alla cassa previdenziale:

  • Under 35 con partita Iva. Reddito lordo annuo medio degli ultimi 3 anni pari almeno 20.000€.
  • Under 45 specializzandi e corsisti di medicina generale a prescindere dall’età. Reddito lordo medio annuo di tutto il nucleo familiare ai fini IRPEF non inferiore a 24.000€.
  • Over 45. Reddito degli ultimi tre anni del nucleo familiare ai fini IRPEF superiore a 32.982.30€ (il quintuplo del trattamento minimo INPS).

Gli under 45, gli specializzandi e i corsisti di Medicina generale di qualsiasi età, godranno di un tasso fisso del 2,50%, mentre i medici e i dentisti  over 45 del 2,90%. Il mutuo può avere durata massima un trentennio e s’inizierà a corrispondere le rate dal mese successivo all’erogazione mediante addebito diretto su C/C. Potremo rimborsare anticipatamente il credito, anche parzialmente, modificando la durata e l’importo delle rate residue, senza penale alcuna.

Se, invece, vogliamo accendere un mutuo direttamente erogato da Enpam per avviare il nostro studio professionale, acquistando un immobile, costruendolo o ristrutturandolo, allora la soluzione predisposta dalla cassa previdenziale e dalla Fondazione cui fa capo, fa al caso nostro. Potremo richiedere fino a 300.000€ o 150.000€ nel caso di ristrutturazioni e acquisire o abbellire un immobile localizzato nel comune dove si svolge la nostra attività lavorativa principale, il cosiddetto core business. L’immobile deve essere accatastato nella categoria A/10 (Uffici e studi privati) e il mutuo può sostituirne anche un altro già esistente.

Per richiedere questa soluzione, occorre essere iscritti all’ente previdenziale, essere in regola con i pagamenti, avere due anni d’anzianità contributiva almeno e non essere proprietari di altro studio professionale nello stesso comune, requisito esteso anche al coniuge e ai familiari a carico. L’età massima di chi chiede il mutuo deve essere di 80 anni al momento dell’estinzione ovvero 90 se la casa appartiene a Enpam.

Possono richiedere il mutuo:

  • Iscritti under 35 con partita IVA e reddito annuo lordo medio delle ultime tre annualità pari almeno a 20.000€;
  • Iscritti under 45, specializzandi e corsisti di medicina generale a prescindere dall’età con reddito annuo medio degli ultimi tre, compreso l’intero nucleo familiare, superiore a 24.000€;
  • Iscritti over 45, con reddito medio delle ultime tre annualità dell’intero nucleo familiare ai fini IRPEF, superiore a 23.682,30€ (il quintuplo del trattamento minimo INPS).

Gli under 45, gli specializzandi e i corsisti di medicina, pagheranno rate calcolate al tasso fisso del 2,50%, mentre i medici e i dentisti over 45 estingueranno il mutuo corrispondendo importi calcolati al tasso del 2.90%, con il mutuo di durata massima 30 anni.

Enpam preleverà direttamente i soldi mediante addebito diretto sul C/C di cui siamo titolari e che gli abbiamo indicato, alle scadenze pattuite, ma avremo sempre la possibilità di estinguere anche parzialmente il mutuo, modificando così il piano stesso di ammortamento che andrà rivalutato e ricalcolato.

Come abbiamo potuto leggere, esistono numerosissime possibilità per i medici e i dentisti, nonché i dipendenti iscritti a Enpam, compresi i pensionati e, in alcuni casi, i parenti prossimi di questi; se abbiamo bisogno di un prestito personale, di un mutuo o di un finanziamento e siamo iscritti a questo ente previdenziale a carattere privato, allora valutiamo bene se utilizzare un mutuo diretto o se usufruire dei vari prodotti finanziari, ad esempio i prestiti personali, erogati in conformità a convenzioni stipulate tra le parti.