Prestito Matrimonio, il Finanziamento per gli Sposi con Unicredit, Compass, Poste Italiane e Intesa San Paolo



Tutto deve essere perfetto per quello che sarà uno dei giorni più belli della propria vita. E’ un sogno soprattutto delle donne quello di trascorrere una giornata ricca di emozioni ed è quindi importante che il giorno del matrimonio sia una giornata perfetta.

Per far si che il giorno del matrimonio sia come ce lo si aspettava sarà necessario, almeno nella maggior parte dei casi, spendere delle somme di denaro importanti, somme di denaro che non sempre sono alla portata dei promessi sposi.

Per fortuna esistono degli appositi finanziamenti, chiamati prestiti sposi che permetteranno ai futuri congiunti di richiedere la somma di denaro che gli occorre per coronare il proprio sogno.

 

Come Funziona

Il prestito per matrimonio, detto anche finanziamento sposi, è una linea di credito finalizzata ossia un prestito personale che può essere richiesto solo per sostenere le spese relative al matrimonio.

Allo stesso modo però sarà possibile richiedere anche un classico prestito personale, quindi un prestito non finalizzato.

Quale scegliere tra un classico finanziamento ed un prestito finalizzato alle spese matrimoniali? Qualora l’istituto di credito a cui ci si rivolge dovesse offrire un prestito finalizzato per le spese inerenti al matrimonio si consiglia di optare per questa soluzione finanziaria in quanto, solitamente, presenta un tasso di interesse e delle spese inferiori.

 

Requisiti

Ogni istituto di credito ha le sue regole ma solitamente i requisiti da rispettare per avere un prestito per matrimoni sono più o meno gli stessi.

Il primo requisito è relativo all’età del richiedente. E’ essenziale che chi richiede il prestito abbia compiuto 18 anni e sia quindi maggiorenne. Vi è anche un limite d’età massima da rispettare, che nel caso del prestito sposi potrebbe far sorridere, e che solitamente corrisponde a 70 anni. Vi ricordiamo però che questa dell’età massima non è una cosa poi tanto assurda per il finanziamento sposi perché il richiedente potrebbe, per esempio, essere anche il padre della sposa e non per forza lo sposo.

Altro requisito è relativo alla residenza. La residenza dovrà essere in Italia. E solitamente anche la sede di lavoro dovrà essere in Italia.

A proposito di lavoro, il richiedente dovrà percepire un reddito dimostrabile. Andrà quindi bene la busta paga del lavoratore dipendente, il CUD del lavoratore autonomo o il cedolino della pensione del pensionato.

E’ possibile in alcuni casi riuscire ad ottenere il finanziamento sposi senza busta paga, lo vedremo in uno dei paragrafi successivi.

 

Unicredit

Banca Unicredit attualmente non offre un prestito matrimoni, chi vuole una linea di credito da Unicredit dovrà quindi richiedere un comune prestito personale.

Tra le varie proposte commerciali la migliore per chi è alla ricerca di un finanziamento per sostenere le spese relative al proprio matrimonio sembrerebbe essere quella chiamata CreditExpress Dynamic.

Con CreditExpress Dynamic gli sposi, o chi per essi, potranno richiedere un finanziamento che va dai 3.000€ ai 30.000€. Per il rimborso sarà possibile scegliere il numero di rate che si preferiscono, sino ad un massimo di 84.

Per poter richiedere il finanziamento i non clienti dovranno recarsi presso una qualsiasi filiale di Banca Unicredit. Chi invece è già cliente potrà accedere con i propri dati personali al servizio di Internet Banking di Unicredit e richiedere un preventivo online.

Ricordiamo che CreditExpress Dynamic è una linea di credito molto flessibile che consentirà al cliente, in caso di bisogno, di richiedere una delle opzioni disponibili tra la Ricarica del Prestito, il Salto della Rata ed il Cambio della Rata.

 

Compass

La società finanziaria Compass ha una sua linea di credito dedicata ai matrimoni. E’ infatti possibile richiedere il Prestito Matrimonio Compass per andare a sostenere tutte le spese relative al giorno più amato dagli sposi.



Sarà necessario avere un ulteriore requisito oltre ai soliti, ossia sarà necessario avere un preventivo di tutte le spese che si dovranno sostenere, una sorta di business plan.

Sarà infatti in base a tale prospetto che la Compass erogherà il denaro necessario. Per poter preparare tale prospetto ci si potrà aiutare di qualche guida su internet o in alternativa si potrà contattare un wedding planner.

Noi vi diamo qualche idea relativa ad alcune delle spese che si andranno a sostenere per il giorno del matrimonio. Nel prospetto si potranno inserire quindi le spese relative agli abiti, il costo delle fedi nunziali, il costo della sala Comunale o della Chiesa in cui ci si sposerà, le spese relative al ristorante o al catering, le spese per la musica o l’animazione e tutte quelle spese relative alle bomboniere e ai pensierini per gli invitati.

 

Poste Italiane

Tra i servizi finanziari offerti da Poste Italiane non vi è un prestito sposi, si potrà però richiedere un finanziamento generico.

In genere, chi decide di richiedere una linea di credito presso Poste Italiane si affida al Prestito BancoPosta.

Sarà possibile richiedere dai 3.000€ ai 30.000€ da rimborsare con massimo 84 rate mensili.

 

Intesa SanPaolo

Anche la Banca Intesa SanPaolo sembrerebbe non avere un prestito finalizzato per le spese matrimoniali. Sul sito ufficiale però sono presenti delle guide e tra queste ve ne è una che spiega, minuziosamente, come preparare una lista di tutte le spese relative al proprio matrimonio. Sono anche presenti alcuni consigli davvero molto utili che spiegano in quale modo gestire al meglio il budget a propria disposizione.

Tra le varie offerte commerciali, per chi è alla ricerca di un finanziamento sposti e desidera appoggiarsi alla Banca Intesa San Paolo, probabilmente la migliore è PerTe Prestito Giovani, a patto che si rientri nell’età presente tra i requisiti.

Con PerTe Prestito Giovani di Intesa SanPaolo sarà possibile richiedere un prestito fino a 30.000€ da rimborsare entro massimo dieci anni.

Tra le varie opportunità di PerTe Prestito Giovani vi sono quella di associare al finanziamento una polizza assicurativa e di usufruire, qualora se ne avesse bisogno, dell’opzione Posticipo Rate.

 

Prestito Matrimonio Senza Busta Paga

E’ possibile riuscire ad avere un prestito per le spese matrimoniali senza avere una busta paga o altro reddito dimostrabile? Sicuramente è più semplice e meno problematico ottenere un finanziamento quando si ha un reddito dimostrabile, ma in caso contrario esiste ancora qualche possibilità per ottenere un prestito. Vediamo di seguito le soluzioni più richieste.

 

Prestito con Garante

Il prestito con garante è sicuramente il finanziamento più richiesto quando non si ha busta paga o non si riesce a dimostrare la presenza di un reddito in famiglia.

Il contratto di prestito personale sarà quindi firmato non solo dal debitore ma anche dal garante. Il garante è una persona che metterà a disposizione tutte le sue garanzie reddituali e dovrà intervenire economicamente con i pagamenti, di tasca propria quindi, qualora il debitore non dovesse rimborsare il finanziamento entro i tempi previsti da contratto.

 

Prestiti Cambializzati

Si tratta di una linea di credito che viene utilizzata sempre meno, difatti ad oggi sono pochissime le società finanziarie che lavorano ancora con questo tipo di prestito e quindi chi ne cerca uno molto spesso deve ricorrere ai prestiti tra privati.

Nel prestito cambializzato si fa uso della cambiale che qualora non fosse rimborsata entro la sua scadenza permetterà all’Autorità Giudiziaria di intervenire e di procedere con il pignoramento e la successiva vendita dei beni del debitore insolvente col fine di recuperare il denaro necessario per saldare tutti i suoi debiti.