Simulazione Prestito Intesa SanPaolo, Preventivo, Esempio e Calcolo Rata



La Banca

Intesa SanPaolo S.p.a. è il maggiore istituto finanziario italiano, nato dalla fusione tra San Paolo IMI e Banca Intesa nel 2006. Vede la luce dal 1° gennaio del 2007, con una sede legale e amministrativa presso la città di Torino e una secondaria in quella che è la capitale finanziaria italiana, a Milano, per ovvie ragioni d’opportunità.  E’ il primo gruppo italiano, nonché uno dei principali leader a livello europeo, con una presenza massiccia in Italia (4.217 filiali) e un network consolidato in Europa (901 filiali e 2 uffici di rappresentanza) con proiezione nel mondo; la presenza nel mercato africano con 175 filiali, continente con enormi possibilità di crescita, rappresenta la lungimiranza della governance. Chiudono il cerchio 7 filiali presenti in Asia, 2 in America e un ufficio di rappresentanza sito in Oceania.

La capitalizzazione attuale del Gruppo italiano tocca i 38 miliardi di euro al 28 febbraio 2019 con la capacità di offerta di servizi disponibili a favore di circa  11,9 milioni di clienti nella sola Italia e quote di mercato non inferiori al 12% di media in ogni regione. Nel mondo, il target raggiunge 7,5 milioni di persone con una forte presenza strategica mirata all’affiancamento per la globalizzazione delle imprese nostrane in mercati emergenti quali gli USA, il Brasile, economia in forte crescita, la Russia, l’India, la Cina, oltre il Medio Oriente e il Nord Africa.

Intesa SanPaolo è una realtà con una forte vision comune ai due istituti che l’hanno determinata, orientata alla famiglia e allo sviluppo delle imprese made in Italy, oltre a favorire la crescita concorrenziale e competitiva del sistema Italia e del suo tessuto economico-sociale. La mission e i valori definiti dal manifesto dell’istituto sono identificati da questi concetti basilari:

  • Integrità. Etica professionale e allineamento deontologico, correttezza sopra ogni cosa;
  • Eccellenza. Miglioramento continuo e innovazione grazie alla creatività applicata oltre la valorizzazione del merito definito alla base delle politiche aziendali;
  • Trasparenza. Comunicazioni e contratti cristallini e senza sorprese per consentire scelte autonome e consapevoli;
  • Rispetto delle specificità. Coniugare globalizzazione con esigenze locali, senza perdere di vista l’individuo nella sua connotazione, non come mero numero, ma come soggetto agente;
  • Equità. Nessuna discriminazione d’accesso ai prodotti e rispetto per qualsiasi differenza.
  • Valore della persona. Ascoltare le esigenze della persona è leva fondamentale per il miglioramento continuo dell’offerta personale, in linea con il marketing one-to-one basilare al raggiungimento di standard eccellenti nella soddisfazione del cliente;
  • Responsabilità nell’utilizzo delle risorse. Connessa all’etica e all’eco-sostenibilità tanto cara e sensibile in quest’epoca, si promuove un comportamento improntato all’ottimizzazione e alla riduzione degli sprechi, gestendo la risorsa scarsa “Tempo”, molto importante.

Lo stile di vita promosso dalla Banca al fianco della famiglia tipicamente italiana, è quello di promuovere la crescita in modo congruo e idoneo attraverso la solidità patrimoniale e finanziaria, la sostenibilità dei risultati nel presente e nel futuro e la creazione di un circolo virtuoso basato sulla fiducia di tutti i soggetti appartenenti all’ecosistema: i clienti, gli azionisti, i collaboratori, gli stakeholders, la collettività e i territori.

Al 31 dicembre 2019, il Gruppo Intesa San Paolo ha un totale attivo di circa 787 milioni di euro, vanta crediti nei confronti della clientela nell’ordine dei 393 milioni e una raccolta diretta bancaria di 415 milioni oltre una raccolta diretta assicurativa di 149 milioni circa.

L’attività di Intesa SanPaolo si divide in 6 divisioni:

  • Banca dei Territori. A favore delle piccole e medie imprese e degli individui (credito industriale, leasing, factoring e instant banking);
  • Corporate e Investment Banking. Partner nel medio-lungo periodo per lo sviluppo delle imprese;
  • International Subsidiary Banks.
  • Private Banking.
  • Asset Management.
  • Insurance. Prodotti assicurativi e previdenziali rivolti al cliente finale. Fanno capo a questa divisione le società Intesa San Paolo Vita, Fideuram Vita e San Paolo Assicura.

La Banca dei Territori è la divisione che più ci interessa e i finanziamenti erogati al sostegno alla cultura, all’arte e all’economia sono l’attività principale di questa, caratterizzata da una capillarità utile al raggiungimento delle diverse zone italiane. La sua imponente presenza nelle regioni del Mezzogiorno con più di 1000 sportelli utili ne caratterizza il sostegno rivolto all’economia del sud, anche grazie al marchio Banco di Napoli; studi e ricerche sono inoltre promossi nel sud da Intesa, attraverso l’Associazione Studi e Ricerche per il Mezzogiorno al fine di creare un ambiente di lavoro utile e innovativo, orientato al progresso.

Se siamo alla ricerca di un prestito finalizzato o meno, non possiamo non considerare tra le opzioni possibili, il maggior gruppo bancario italiano, Intesa San Paolo e i prodotti finanziari erogati da questo. Nei prossimi capitoli cercheremo di dare una breve descrizione degli strumenti disponibili, focalizzandoci su preventivi e ponendo l’accento su eventuali agevolazioni nei confronti di giovani e aziende start up.

Le persone che vogliono realizzare un progetto imprenditoriale o semplicemente affrontare una spesa di un certo rilievo, possono accedere a prestiti e finanziamenti, dilazionando l’esborso monetario nel tempo, a fronte del pagamento di un costo connesso al servizio, di solito rappresentato da commissioni e interessi. Quest’articolo vuole essere un piccolo prontuario per la valutazione ex ante delle proposte di finanziamenti e prestiti da parte di Intesa San Paolo nel 2019, permettendo al lettore di effettuare una comparazione e di studiare per bene le soluzioni più convenienti e adatte alle proprie risorse; grazie alla tecnologia è possibile ora valutare attentamente le prerogative di ogni prestito, scegliendolo secondo requisiti e caratteristiche molto chiare.

 

Finanziamenti

Come abbiamo già anticipato nella storia del Gruppo Intesa San Paolo, stiamo trattando i finanziamenti dell’istituto bancario più importante d’Italia, tra i maggiori gruppi Europei, quindi è necessario soffermarsi su quelli che sono i servizi e i prodotti finanziari erogati al cliente finale. Sul sito web della banca, all’indirizzo www.intesasanpaolo.com ritroviamo la filosofia aziendale esplicata e suddivisa nei tre macro-gruppi ai quali si rivolge l’offerta dell’azienda:

  • Persone e Famiglie;
  • Giovani;
  • Business.

Questi tre diversi cataloghi mostrano al loro interno differenti categorie di prodotti finanziari, dai conti correnti, ai piani di risparmio, dalle carte di credito e di debito, ai piani di previdenza integrativa, fino a giungere ai prestiti e ai mutui; chiudono il cerchio, alcuni strumenti d’investimento, pacchetti obbligazionari e azionari semplici e complessi, le polizze assicurative e i pagamenti digitali, nuova frontiera dell’economia digitale. La nostra attenzione si focalizzerà sui finanziamenti e sui prestiti/mutui disponibili da parte di Intesa San Paolo nel 2019, descrivendoli dettagliatamente.

 

PerTe Prestito Facile

Il primo prestito erogato da Intesa San Paolo di cui parleremo, è denominato PerTe Prestito Facile, uno strumento molto flessibile e versatile, attento alle esigenze della persona e gestibile non solo in fase di negoziazione pure ex ante, ma anche durante il suo sviluppo, come conviene a una filosofia di valori orientata ad affiancare l’utente durante tutto il percorso.

 

Come Funziona

Così come riportato dal documento informativo sulle condizioni offerte alla generalità della clientela, scaricabile direttamente sul sito, PerTe Prestito Facile consente di richiedere un importo da un minimo di 2.000€ a un massimo di 75.000€ rimborsabili secondo durate variabili da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 120 (10 anni). Il prestito è richiedibile da persone maggiorenni che abbiano meno di 80 anni compiuti alla data di scadenza del rimborso. Si tratta di un o strumento che prevede due tipi di tassazione applicati, fisso o variabile: il cliente potrà optare per il tasso fissato al 9,50% a fronte di richieste fino a 50.000€, mentre per gli importi tra 50.000€ e 75.000€ il finanziato potrà decidere se applicare il tasso fisso già citato ovvero quello variabile, indicizzato all’Euribor 1 Mese/360 più uno spread del 5,90%.

La valutazione prescinderà dall’analisi dell’andamento variabile dell’indice Euribor 1 mese e comporterà una conoscenza basilare delle regole generali finanziarie e delle dinamiche storiche e previsionali sull’indice stesso. E’ richiedibile facilmente, come afferma il nome stesso, sia nel caso avessimo un documento reddituale in funzione di un contratto di lavoro a tempo determinato, ossia nel caso fossimo inquadrati con un lavoro atipico o fossimo un libero professionista. Inoltre non è necessario possedere obbligatoriamente un conto corrente aperto in una filiale Intesa San Paolo.

E’ una misura molto flessibile perché il cliente può spostare le scadenze della rata in caso di necessità e secondo esigenze contestuali, allungando la durata; il numero totale delle rate posticipabili grazie a questa opzione coincide con la durata originaria del prestito in anni meno, ovviamente uno; questo perché il limite massimo di 10 anni non può essere derogato. Ad esempio, per un prestito di durata quinquennale, il numero di rate massime posticipabili sarà pari a 4.

 

Spese

I principali costi di questo prestito sono:

  • Spese d’istruttoria. Pari al 2% dell’importo finanziato;
  • Spese incasso rata. Pari a zero.
  • Costo unitario comunicazioni previste per legge. Uguale a 0,70€ cadauna;
  • Imposta di bollo in prima fase, 16€
  • Imposta di bollo a ogni invio comunicazione periodica, esente.

 

Polizza ProtettiPrestito

Come dice l’accattivante video presente sul sito a mo’ di promo, è possibile associare a PerTe Prestito una polizza ProteggiPrestito facoltativamente, a tutela contro alcuni impedimenti per il rimborso, secondo la natura del soggetto richiedente. Questa polizza, a titolo esemplificativo, prevede un costo direttamente connesso nella rata con diversi pacchetti (ben 3) usufruibili da chi non ha più di 75 anni compiuti alla scadenza del piano di ammortamento e un importo massimo assicurabile di 75.000€, premi assicurativi compresi.

La famiglia del finanziato potrà avere un aiuto nei casi di decesso o invalidità totale permanente da infortunio o malattia, di solito pari al 60% e potrà usufruire di un beneficio fiscale correlato alla sottoscrizione e al pagamento del premio, secondo le modalità e nelle misure previste dalla legge. Prima di sottoscrivere uno dei pacchetti disponibili, il cliente dovrà rispondere in modo veritiero a un questionario Sanitario e delle Professioni non Assicurabili, redatto pro forma.

I pacchetti assicurativi messi a disposizione con questa forma da Intesa San Paolo sono:

  • A favore dei dipendenti privati con età anagrafica minore di 58 anni. Garantiscono contro il decesso del titolare rimborsando la quota capitale del debito residuo, contro l’invalidità totale permanente da infortunio e malattia pari o superiore al 60%e contro la perdita dell’impiego, restituendo per il periodo di disoccupazione, le rate mensili sino a un massimo di nove scadenze.
  • A favore dei lavoratori autonomi con età inferiore ai 58 anni. Garanzia decesso, garanzia invalidità totale permanente da infortunio o malattia pari o superiore al 60% e garantisce contro l’inabilità totale temporanea al lavoro, rimborsando le rate del prestito sino a un massimo di 12.
  • A favore dei dipendenti pubblici e ai non lavoratori, sempre con età inferiore a 58 anni. Garanzia contro il decesso, contro l’invalidità totale permanente da infortunio o malattia e la garanzia contro il ricovero ospedaliero, rimborsando rate in misura massima a 12 mensilità.
  • A favore dei pensionati e assicurati con età pari o superiore a 58 anni. Garantisce il rimborso delle rate contro il decesso del titolare, contro l’invalidità totale permanente da infortunio o malattia pari o superiore al 60% del finanziato, ovvero nel caso di ricovero ospedaliero per un massimo di 12 mensilità.

 

Simulazione

Tornando al prestito, la risposta alla domanda di ricevimento del denaro, previa completamente degli obblighi naturali precontrattuali, avviene, di solito, entro 24 ore, palesando una velocità processuale invidiabile.

Sul sito web di Intesa, è prevista, in promozione, l’erogazione di  un prestito PerTe a tasso agevolato; per un importo di 10.000€, a titolo esemplificativo, da restituire in 84 mesi, avremo questo piano di ammortamento prospettico:

Importo10.000€
Durata84 mesi
TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale)6,25%
TAN (Tasso Annuo Nominale)5,40%
Interessi2.031,32€
Interessi di preammortamento45,86€
Importo prima rata189,09€
Importo rate successive143,23€
Importo totale dovuto12.082,08€

Al cliente arriveranno 9.784€ direttamente sul conto (la cifra di 10.000€ epurata dal costo di istruttoria pari al 2% dell’importo totale quindi 200€ e dal costo del bollo di 16€) che saranno restituiti secondo i modi previsti e ascritti nella tabella.

 

Preventivo Online

Sarà possibile richiedere PerTe Prestito anche online con il limite massimo di 20.000€ ovvero con l’aiuto di un addetto competente in una delle numerose filiali del Gruppo Intesa. Sarà preventivato un piano di rimborso su misura e saranno applicate promozioni personalizzate, quindi il consiglio è di provare a verificare i preventivi grazie allo strumento di simulazione disposto sul portale web, per poi prenotare un appuntamento recandosi direttamente in filiale oppure sfruttando il canale di contatto disponibile sul sito, grazie al quale saremo richiamati entro 48 ore.

 

PerTe Prestito Exclusive

PerTe Prestito Exclusive, è la soluzione di Intesa Sanpaolo rivolta a chi cerca un finanziamento più importante di quello visto precedentemente, destinato a finanziare le spese di natura personale e familiare del cliente.

 

Come Funziona

Si rivolge a un consumatore con un’età compresa tra i 18 e gli 80 anni non compiuti alla data di scadenza del piano di rimborso, innalzando non solo la somma oggetto, ma anche la platea di potenziali richiedenti. Per questi motivi può essere considerata l’evoluzione del prestito facile già illustrato.

Cambiando le prerogative, si modificano anche i requisiti necessari all’ottenimento del prestito personale, non vincolato all’acquisto di un bene immobile ovvero a beni e servizi dedicati all’attività professionale o imprenditoriale: sarà necessario fornire strumenti finanziari e certificati di deposito in pegno, come garanzia a supporto del processo valutativo sul merito creditizio del richiedente e non sarà certo semplice accedere, ma nemmeno impossibile.

 

Tasso Fisso e Tasso Variabile

Il cliente potrà scegliere tra l’applicazione di un tasso fisso per tutta la durata del piano di ammortamento con la definizione di rate a importo costante per essere certo del costo totale e pianificare totalmente la gestione del rimborso ex ante, ovvero potrà optare per un tasso variabile in linea con l’andamento del mercato, scommettendo sull’indice indicato e sulla variazione in negativo di questo.

Le ipotesi, quindi, saranno:

  • TAN Tasso fisso 9,45%;
  • TAN Tasso variabile indicizzato a Euribor 1 mese (base 360) rilevato il penultimo giorno lavorativo del mese antecedente la decorrenza di ciascuna rata + lo spread di 5,90%;

Grazie a Prestito Exclusive, potremo restituire l’importo ottenuto da un minimo di 24 mesi a un massimo di 15 anni comprensivi di un periodo di ammortamento tecnico più altro periodo d’ammortamento qualora previsto.  Per richiedere questo tipo di prestito personale, sarà necessario recarsi in filiale, sfruttando magari lo strumento previsto sul portale web, grazie al quale saremo richiamati entro 48 ore.

 

Esempio

Non servono molti documenti e non c’è bisogno di alcun giustificativo di spesa, vista la natura non finalizzata, nonostante l’importo molto elevato. Un prestito di 100.000€, se concesso, vedrà i seguenti prospetti mensili esemplificativi, dato l’indice Euribor 1 mese rilevato alla data del 27/02/2019 (-0,368%):

Durata Finanziamento

Mesi

Rata a Tasso Fisso

9,450%

Importo Rata a Tasso Variabile

5,532%

244.589,15€4.411,00€
363.200,96€3.021,03€
482.509,93€2.327,11€
602.097,74€1.911,59€
721.824,97€1.635,29€
841.631,84€1.438,52€
961.488,47€1.291,47€
1081.378,26€1.177,56€
1201.291,24€1.086,85€
1321.221,07€1.013,00€
1441.163,52€951,80€
1561.115,67€900,33€
1681.075,41€856,50€
1801.041,21€818,78€

 

Costi

Per quanto concerne gli altri costi, sono assimilabili alle spese d’istruttoria, pari al 2% dell’importo richiesto e in misura massima a 750€, più l’imposta di bollo di 16€ dovuta per legge, oltre 0,70€ previsti come commissione per ogni comunicazione periodica in formato cartaceo (0€ se si sceglie quello elettronico). Il cliente potrà estinguere anticipatamente il prestito personale in ogni momento, pagando la penale prevista dalla legge italiana in materia e potrà anche recedere dal contratto senza penalità e con motivo valido entro 14 giorni dalla stipula.

Sul sito di Intesa si possono scaricare e trovare tutti i documenti informativi obbligatori e utili, selezionando l’istituto d’interesse, sia esso il gruppo Intesa nel suo complesso, oppure l’offerta dedicata al territorio delle Puglie, prevista dalla Banca Apulia, appartenente sempre a San Paolo.

 

PerTe Prestito in Tasca

Pensato per chi cerca un piccolo importo, PerTe Prestito in Tasca è una linea di credito disponibile per i nostri acquisti, da utilizzare quando serve, fino a esaurimento e senza alcuna scadenza.  Grazie a questo strumento sarà possibile spendere i soldi acquistando i prodotti e i servizi di nostro gradimento e ripristinare l’importo iniziale finanziando il differenziale attraverso piani di rimborso flessibili e definibili per ogni singolo prestito, da 12 a 48 rate.

 

Come Funziona

In parole più semplici, data una linea di credito d’importo massimo fino a 5.000€, potremo acquistare i desiderata e finanziare queste cifre attraverso piani di ammortamento scelti di volta in volta; la linea di credito diminuirà fino a quando non ripristineremo man mano l’esposizione massima prevista inizialmente dal contratto.

PerTE Prestito in Tasca è una soluzione fortemente innovativa e moderna, anche legata alla digitalizzazione e alla nuova Industria 4.0; per questo è richiedibile on line o direttamente tramite App Android ovvero Apple iOS, i due principali sistemi operativi installati sui devices mobili. Le condizioni economiche di base sono veramente competitive: nessuna spesa d’istruttoria, nessuna spesa per il pagamento delle rete , imposta di bollo a carico dell’istituto erogante e invio documenti ai sensi di legge gratuito se on line (0,70€ cadauna nel caso di invio cartaceo).

In promozione il tasso TAN è del 5,40%, mentre il TAEG parte dal 5,55% per tutti gli utilizzi fino al 31 marzo 2019. Un’ipotesi di spesa da 500€ con un rimborso previsto di durata annuale (12 mesi) al TAN e TAEG sopradescritti, ci farà pagare 14,80€ d’interessi (2,29€ come interesse di preammortamento) e dovremo corrispondere totalmente 517,09€ per mezzo di rate da 42,90€ (45,19€ la prima).

Purtroppo non tutti possono accedere a questo tipo di soluzione, ma solo colore che possiedono un conto da almeno sei mesi in una filiale Intesa San Paolo.

 

Cessione del Quinto

Dopo aver valutato le opportunità dei prestiti semplici, rivolgiamo la nostra attenzione a quei particolari strumenti che sottintendono ciò che viene definito nel gergo tecnico, la cessione del quinto, ossia l’impegno vincolante per il 20% del proprio compenso, sia esso uno stipendio o una pensione, sulle rate corrispondenti al piano di rimborso. E’ intesa la garanzia connessa a questo tipo di liquidità, associata a un insieme di polizze validanti tutta la procedura.

 

PerTe Prestito Dipendenti Pubblici MEF

Nel dettaglio, la misura PerTe Prestito Dipendenti Pubblici MEF è un finanziamento appannaggio di chi percepisce lo stipendio dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (ad esempio un dipendente della Guardia di Finanza direttamente connessa al ministero o un insegnante). Grazie a questo strumento potremo richiedere un importo tra un minimo di 4.800€ fino a un massimo di 80.000€ con una durata prevista per il rimborso tra 24 mesi e 10 anni. Il prestito sarà assistito, per legge, da una copertura assicurativa a tutela del pagamento nei casi di decesso e di perdita dell’impiego se avviene una risoluzione definitiva del rapporto di lavoro, per qualunque causa, pensionamento anticipato compreso.  Il pagamento del premio dovuto è a carico della società erogante il prestito, Intesa San Paolo, che è anche la beneficiaria delle coperture assicurative.

Questo piano, oltre alla facilità d’accesso per quanto concerne le garanzie reali da presentare oltre lo stipendio, pressoché nulle, presuppone 0 spese d’istruttoria, nessuna commissione e nessun costo per l’invio dei documenti e delle informative periodiche ai sensi di legge (siano esse cartacee o telematiche), ma l’imposta di bollo sarà comunque dovuta per le singole istanze. I tassi d’interesse sono costanti e fissi e le rate, come già detto, non possono superare il 20% dello stipendio percepito sulla busta paga del MEF.

 

Simulazione

Una simulazione di un prestito di 10.000€ erogato in quest’ottica, a favore di un dipendente di 45 anni e 15 anni d’anzianità di servizio, con uno stipendio netto di 2.000€, prevedrebbe una rata mensile di 164€ a fronte di un piano di rimborso della durata di 72 mensilità (TAN 5,50%). Il TAEG applicato, ossia il tasso d’interesse effettivo, comprenderà le spese d’istruttoria, il costo delle comunicazioni ai sensi di legge, le imposte di bollo e arriverà al 5,70%. L’importo totale dovuto da questo ipotetico soggetto sarà di 11.808€, comprendente il credito totale di 10.022€, gli interessi pagati su questo 1,770€ e l’imposta di bollo trattenuta in fase d’erogazione (gratuite le spese d’istruttoria, come detto e quelle d’incasso rata).



 

Senza Granzie

PerTe Prestito Dipendenti Pubblici è un prestito altresì erogato in tempi brevi e rimborsato grazie a un tasso d’interesse fisso per tutta la durata; non c’è bisogno di nessuna garanzia aggiuntiva oltre lo stipendio erogato direttamente dall’amministrazione pubblica presso la quale lavoriamo (la Regione o l’arma dei Carabinieri, ad esempio). Le condizioni per il contratto di prestito personale sono le medesime del precedente strumento, è possibile richiedere un credito da un minimo di 4.800€ fino a un massimo di 80.000€ restituibili secondo piani di durata da 24 a 120 mesi al Tasso Annuo Nominale del 5,50%.

Anche in questo caso sono previste coperture assicurative sulla vita e contro il rischio d’impiego per garantire il pagamento del debito residuo, anche nei casi di pensionamento anticipato oppure decesso del cedente ovvero cessazione temporanea del diritto allo stipendio; Intesa San Paolo sarà beneficiaria delle polizze e pagherà il premio in nostra vece.

 

PerTe Prestito Pensionati INPS

La misura legata alla cessione del quinto, in questo caso, della pensione, si chiama PerTe Prestito Pensionati INPS e prevede un importo richiedibile da un minimo di 3.600€ a un massimo di 75.000€ comprensivo d’interessi e imposte, rimborsabile poi tra i 2 e i 10 anni.

 

Requisiti

Il pensionato richiedente dovrà assolutamente essere titolare di una pensione erogata dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale di una certa entità (ricordiamo che il 20% è il massimo impegnabile per legge e bisogna considerare la somma impignorabile della pensione cosiddetta minima) e avere al massimo 82 anni compiuti alla scadenza del rimborso.

In caso d’accettazione, previa considerazione sui requisiti minimi e sul merito, in tempi brevi, ci sarà erogata la somma richiesta direttamente sul conto corrente, anche se detenuto in altro istituto di credito bancario. Le rate mensili saranno trattenute dall’ente erogatore e liquidate a Intesa San Paolo, quindi non saranno dovute commissioni per il pagamento delle rate, né ci spese d’istruttoria o costi relativi all’invio della documentazione periodica informativa prevista dalla legge, sia essa cartacea o elettronica.

 

Polizza Assicurativa

Anche per questo prestito personale, sarà necessario sottoscrivere una copertura assicurativa a garanzia del pagamento delle rate in caso di decesso del titolare della pensione; la Banca, nominata unica beneficiaria, provvederà nel pagare i premi. Un esempio simulato ci chiarirà la filosofia alla base: nel caso ipotetico di un pensionato di 70 anni a cui è corrisposto un pagamento tramite cedolino di 1.000€ al mese, si potrà richiedere un importo di 10.000€ rimborsandolo in comodissime rate (60) da 199 euro cadauna.

L’importo erogato totale di 10.043,82€ sarà ripagato a Intesa tramite un tasso d’interesse nominale del 6,95% e un TAEG di 7,26%, comprendente le spese e i costi accessori. L’importo totale dovuto raggiungerà la cifra di 11.940€

In conclusione, se apparteniamo a una delle categorie privilegiate e descritte nei tre strumenti disponibili, potremmo tranquillamente accedere al credito agevolato disposto da Intesa San Paolo nel 2019, senza troppi pensieri e in modo abbastanza facile: basterà prenotare un appuntamento direttamente nelle filiali anche grazie al modulo di contatto presente sul portale web e considerare le condizioni personali rivolte dall’istituto al nostro caso.

 

PerTe Prestito Diretto

La prima soluzione per un prestito finalizzato all’acquisto di beni o servizi, è PerTe Prestito Diretto, uno strumento rivolto a chi è correntista da almeno 1 mese presso una delle banche del Gruppo Intesa San Paolo e ha sottoscritto il contratto MyKey, aderendo ai servizi a distanza Home Banking; essendo finalizzato, l’importo richiesto, una volta ottenuto, sarà erogato direttamente all’azienda convenzionata con l’iniziativa.

Sarà possibile ricevere un finanziamento per acquistare beni e servizi il cui importo varia da un minimo di 200€ fino a un massimo di 20.000€, secondo la tipologia del bene e della categoria merceologica. Se siamo maggiorenni e non superiamo gli 80 anni compiuti alla scadenza della data d’estinzione globale del debito, potremo rimborsare la cifra ammortizzandola secondo un piano di durata variabile da 6 mesi fino a 10 anni, a un tasso d’interesse fisso.

Grazie a questo prestito e alle convenzioni stipulate con i partner commerciali, potremo acquistare prodotti da qualsiasi device mobile direttamente sul portale web, addirittura finanziando l’acquisto a tasso zero e senza alcun anticipo (iniziativa Reward), derogando al rischio dei pagamenti alla banca Intesa che si occupa direttamente della transazione.  I prodotti della linea Reward a tasso zero sono disponibili on line all’interno di un catalogo virtuale consultabile dalla sezione preposta.

Le condizioni economiche sono trasparenti e molto semplici con la gratuità dell’incasso rata e dei costi connessi alle comunicazioni, oltre l’esenzione dall’imposta di bollo dovuta. Un esempio molto chiarificante implica un PerTe Prestito Diretto finalizzato a fronte di una spesa di 3.000€, rimborsabile in 20 mesi con rate da 150€ cadauna ai tassi completamente pari a zero. Senza anticipo, zero interessi e zero spese d’incasso e istruttoria.

 

Servizi Finanziari

Monorata

Possibilità di consolidare, ovvero mettere insieme, tutti gli altri finanziamenti di cui abbiamo la titolarità, anche presso altri istituti bancari o finanziari, in un unico servizio, riducendo i costi di gestione e la complessità. Potremo riunire tutti i nostri debiti residui in un unico pagamento, finanziando un importo totale fino a 75.000€ di esposizione debitoria, da rimborsare secondo un piano di ammortamento fino a un massimo di 10 anni.

Oltre alle agevolazioni finanziarie, avremmo un’assistenza dedicata prima, durante e dopo l’estinzione di questo piano consolidato di rientro, con tempi medi di risposta all’istanza molto rapidi, entro le 24 ore, comunque dipendenti dalla complessità e dal numero dei prestiti e dei debiti da consolidare. Oltre la possibilità di usufruire di una polizza ProtettiPrestito, di cui abbiamo già parlato dei capitoli precedenti, avremo anche altre opzioni: opzione posticipo rate per spostare le scadenze in caso di necessità e secondo le regole descritte in precedenza e opzione cambio rata, decidendo la modifica degli importi durante il rimborso in base a nostre necessità.

 

Prestito MotoConMe

Consente di dilazionare in 12 comode rate mensili a tasso zero la polizza assicurativa per il nostro mezzo mobile chiamata MotoConMe emessa da Intesa SanPaolo Assicura. L’importo massimo finanziabile è di 4.000€ e il minimo di 100€ e l’invio dei documenti in formato elettronico o cartaceo sono totalmente gratuiti; in tranquillità avremo sicurezza e tutela grazie a una polizza concorrenziale e competitiva.

 

Prestito ViaggiaConMe

Grazie a questo prestito personale, Intesa San Paolo promuove l’assicurazione obbligatoria RCA Auto denominata Viaggia Con Me, emessa dalla divisione assicuratrice del Gruppo; si rivolge ovviamente a chi può sottoscriverla, ai maggiorenni e non prevede alcun costo o interesse per il rimborso che avviene in comode rate mensili. Sempre al fianco del cittadino, della famiglia e per la tutela stradale, come vuole la mission di Intesa.

 

Finanziamenti per Giovani

A favore della categoria più fragile, quella per cui è stata disposta addirittura una sezione ad hoc per veicolare un’offerta di prodotti finanziari disegnati su misura, i giovani, sono state appunto studiate numerose soluzioni al fine di incontrare le esigenze espresse e inespresse da questa platea di nuovi utenti.

 

PerTe Prestito Giovani

Un primo strumento si chiama PerTe Prestito Giovani, un finanziamento personale rivolto a chi ha tra i 18 e i 35 anni e desidera accedere al mercato finanziario ottenendo un prestito da un minimo di 2.000€ fino a un massimo di 30.000€. Una cifra considerevole, vista l’età nella quale si spicca il volo nel mondo del lavoro o si realizzano idee e si pongono le basi per progetti anche di ampio respiro.

E’ possibile rimborsare il credito secondo un piano di ammortamento adun tasso fisso e vantaggioso della durata compresa tra 24 e 120 mesi, oltre poter usufruire dell’opzione posticipo rate per mezzo della quale rimandare il pagamento (nella misura massima della durata totale meno 1) allungando la durata del rimborso, ovvero sottoscrivere la Polizza ProteggiPrestito (facoltativamente), al fine di tutelare il pagamento delle rate in alcuni casi previsti.

E’ rivolto anche a chi ha un contratto di lavoro a tempo determinato, visto il mercato del lavoro attuale, o un lavoro atipico da almeno 18 mesi, oltre ai liberi professionisti e non è necessario detenere un conto corrente in una filiale del Gruppo Intesa San Paolo. Dopo aver inviato la domanda d’accesso direttamente on line oppure con l’aiuto di un consulente, si avrà una risposta solitamente entro 24 ore, senza il bisogno di addurre giustificativi di spesa e con l’invio di pochi documenti allegati. La prima modalità è utilizzabile solo da colore che hanno attivo il servizio di banca online e sono titolari dei servizi a distanza, avendo sottoscritto il contratto My Key.

In filiale è anche possibile usufruire di una promozione personalizzata ad hoc, quindi il consiglio è sempre quello di prendere contatto tramite form on line richiedendo il prestito; saremo richiamati entro 48 ore. Le principali condizioni economiche riguardando le spese d’istruttoria nell’ordine del 2% sull’importo richiesto e l’assenza delle altre spese d’incasso rata, imposta di bollo e costi per comunicazioni per legge. Sul sito è riportata una simulazione chiarificatrice: un giovane che richieda 10.000€ e decida di rimborsarli in 84 mesi, pagherà rate da 143,23€ (la prima rata 189,09€) ad un tasso TAN 5,40% e un TAEG attuale del 6,20%. L’importo totale dovuto dal cliente sarà di 12.077,18€.

Per Merito è invece, come dice il video promo stesso, un finanziamento per i giovani, che segue il talento. Favorisce quindi gli studi universitari e i corsi post-diploma in modo da permettere ai ragazzi di investire sul proprio futuro; per accedere a questo prestito, bisogna considerare il possesso dei requisiti previsti dalle convenzioni stipulata tra Intesa San Paolo e i vari atenei e istituti. Basta scaricare la guida presente nella sezione dedicata e leggere le caratteristiche definite dalla scuola di nostro interesse all’interno della convenzione sottoscritta tra le parti per verificarne il possesso e analizzare le possibilità di accesso a questo strumento.

Il prodotto prevede tre fasi distinte:

  • Erogazione: apertura del conto corrente “Per Merito” e concessione dell’apertura di credito in conto corrente della durata massima di 5 anni. Se le somme sono erogate in tranche e non in unica soluzione, sono subordinate alla sussistenza dei requisiti al momento;
  • Periodo ponte. Definito dalle singole Convenzioni, per un periodo massimo di 48 mesi, lo studente non riceverà più erogazioni e non restituirà nulla, anche se continueranno a maturare gli interessi.
  • Al termine del periodo ponte o, su richiesta dello studente, anche prima, s’inizieranno a corrispondere le somme utilizzate e gli interessi calcolati su queste disponibilità in un’unica soluzione o accendendo un piano di rimborso. Il tasso applicato è fisso.

Come abbiamo anticipato, gli studenti potranno usufruire di questi importi per pagare i propri studi universitari in Italia e all’estero, i master, i corsi post diploma presso scuole professionali o di alta formazione; alla fine del corso di studi, potremo decidere se restituire tutto oppure adattare un piano di rimborso secondo rate e scadenze disegnate in base alle esigenze. L’importo massimo erogabile arriva fino a 50.000€ (minimo 500€) diluiti in un numero di 10 versamenti come apice; possiamo rimborsare il prestito da un minimo di 6 mesi entro 30 anni, con la possibilità di richiedere la sospensione delle rate con addebito delle sole quote interessi fino a 3 volte, modificando la durata del prestito una volta. Non c’è bisogno di fornire ulteriori garanzie reali o personali da parte dei nostri genitori e, come già anticipato, possiamo rimborsare l’importo totale anche solo dopo 2 anni dalla fine degli studi.

Nel futuro anche gli Istituti Tecnici Superiori e i periodi nei quali si accede al programma Erasmus potranno arrogarsi di questo beneficio. In conclusione, parleremo del tasso fisso applicato al piano di ammortamento durante tutto il periodo, comprensivo quello di preammortamento. L’indice applicato al tasso è l’EURIRS più uno spread, dipendentemente dalla durata: se minore di 10 anni viene applicato EURIRS 10 anni, se superiore alla decade, l’indice di riferimento è l’EURIRS 15 anni. Al momento abbiamo questi tassi:

  • TAN fisso. Prestiti fino a 10 anni 2,00%. Oltre i 10 anni 2,56%
  • Tasso d’interesse di preammortamento. Fino a 10 anni 2,00%, oltre 2,56%.
  • Tasso di mora. Tasso di debitore nominale annuo definito in sede di stipula, maggiorato di 2 punti percentuali.

 

Mutuo Giovani

Se siamo un ragazzo o una ragazza under 36 e vogliamo acquistare la nostra prima casa, Intesa San Paolo, predispone uno strumento molto interessante, competitivo e innovativo: Mutuo Giovani. Grazie al Piano Base Light, a tasso fisso e costante, avremo una rata iniziale costituita solo dalla quota interessi, quindi molto bassa; in seguito restituiremo il capitale piano piano aumentando progressivamente il pagamento. Così facendo saremo più tranquilli in una fase della vita nella quale è necessario trovare una solidità economica e finanziaria importante per porre le basi di un futuro radioso.

Entrando nel dettaglio del Mutuo Giovani, possiamo indicare i piani tra i quali scegliere:

  • Piano Base Light a tasso fisso. Con la possibilità di scegliere periodi di preammortamento tra i 12 e i 10 anni durante i quali si corrisponderanno rate costituite dalle sole quote interessi.
  • Piano Base a tasso fisso. Rata invariata per tutta la durata del rimborso.
  • Piano Base a tasso variabile. Se vogliamo beneficiare di congiunture favorevoli, assumendo un certo livello di rischio, possiamo scegliere questa soluzione. Il tasso d’interesse e l’importo della rata varieranno in funzione del parametro indicato nel contratto (Euribor 1 mese oppure MRO della BCE).

Grazie a Mutuo Giovani, potremo sospendere il pagamento della rata nella misura massima di 3, solo dopo il pagamento corretto di 24 mensilità  e potremo accedere alle ricevute di pagamento e altri documenti nell’area utenti usufruibile per mezzo dei servizi di Home Banking on line, sempre nel caso di titolarità e sottoscrizione di My Key. Facoltativamente, potremo abbinare al Mutuo, una polizza a tutela dall’evento d’insolvenza per le obbligazioni sottoscritte, nel caso di gradi eventi pregiudizievoli la capacità economica del titolare (nel caso di Piano Base Light sono assicurabili solo i mutui con periodo di preammortamento inferiore a 2 anni).

Le principali condizioni economiche di Mutuo Giovani sono ivi elencate:

Spese IstruttoriaDa 550€ a 1.150€ in base al valore dell’immobile
Spese periziaIn base all’importo del mutuo , da 320€ a 4.450€; sopralluoghi da eseguire per verificare lo Stato Avanzamento dei Lavori  da 130€ a 155€
Imposta sostitutiva0,25% nel caso di prima casa
Invio documenti cartaceo ovvero on line ai sensi di leggeGratuito
Invio avviso scadenza e quietanze di pagamento in formato cartaceo oppure on lineGratuito
Spese Polizza Incendio ObbligatoriaVariabili

Il Mutuo Giovani mira a coprire interamente il valore dell’immobile da acquistare ed è disponibile anche per i lavoratori atipici. Nella sezione del portale web ci sono numerosi contatti per chiarirsi le idee, una chat in tempo reale, uno strumento per il calcolo della rata e una valutazione ex ante, oltre un form da compilare per essere ricontattati entro 48 ore.

Un esempio di Mutuo Giovani con Piano Base Light è riportato nel foglio informativo: per un importo di 100.000€ a copertura del 70% del valore di un immobile e una durata prevista per il rimborso, nell’ordine di 27 anni totali (25 anni più due di preammortamento nei quali pagheremo solo gli interessi), restituiremo le prime 24 rate da 200€ cadauna, mentre per le successive 300 rate mensili pagheremo 443,60€. Il totale dovuto ammonterà a 138.838,08€ a un TAEG di 2,576%.

Gli altri mutui descritti e disponibili nell’offerta Intesa San Paolo nel 2019 sono:

  • MutuoUp. Un mutuo che si adatta alle nostre esigenze, molto flessibile e versatile.
  • Mutuo Domus. Mutuo per acquistare la casa interamente personalizzabile scegliendo tra la certezza del tasso fisso e la convenienza possibile con l’applicazione del tasso variabile, oltre la soluzione a tasso misto. Possibile sospendere la rata e variare la durata.
  • Mutuo Domus per la Surroga. Cambia il vecchio mutuo sottoscritto con altro istituto, in uno strumento più conveniente.
  • Mutuo Domus per Ristrutturare Casa.
  • Mutuo Domus per il rifinanziamento. Cambia il vecchio mutuo con un nuovo migliore, sempre stipulato nel Gruppo.
  • Mutuo Domus per le spese e gli investimenti. Per realizzare i progetti più disparati, la casa all’estero oppure un corso in una prestigiosa università o la barca dove veleggiare sul mare in piena libertà.
  • Mutuo in Tasca. Mentre cerchi casa, hai per 6 mesi condizioni di un mutuo già disposte e garantite, senza alcun costo.

Finanziamenti Start Up

Dulcis in fundo, Intesa San Paolo non è solo attenta alle varie categorie di persone, siano esse più mature oppure giovani, ma anche alle imprese, al business e si rivolge al nuovo format delle start up, sempre più utilizzato nel panorama competitivo nostrano, viste le agevolazioni concesse dalla legge e la semplificazione burocratica.

Tra le varie soluzioni usufruibili, citiamo NeoImpresa, un finanziamento finalizzato a creare e sviluppare una nuova impresa ; potremo coprire tutte le spese d’investimento in beni materiali e immateriali (software, macchinari, strumenti, impianti, etc.) connessi all’avviamento, usufruendo della Garanzia pubblica gratuita per le Start Up innovative o a chiara vocazione sociale. Per queste, infatti, è disponibile un Fondo di Garanzia (Garanzia PMI Legge 662/96) che agevola l’accesso al credito, garantendo la quasi totalità del prestito (l’80%) e la sua erogazione è così facilitata.

Questo finanziamento è veicolato a quelle imprese già operanti al massimo da 24 mesi o ancora costituendi, prevedendo un prestito a copertura fino al 75% del progetto di spesa (80% nel caso di start up innovative) sottoposto al vaglio della banca Intesa, con una durata prevista del piano di rimborso fino a 10 anni e un piano di preammortamento fino a 24 mesi, personalizzabile in base alle esigenze. Attivando la garanzia diretta del Fondo di cui abbiamo già parlato, saremo agevolati anche nelle spese d’istruttoria.

Facoltativamente, l’impresa potrà sottoscrivere una polizza assicurativa a tutela del rimborso alle scadenze prevista contro gli imprevisti, la Polizza Business Sempre, il cui costo sarà spalmato su tutto il piano di estinzione del debito. Oltre quest’incentivo finanziario, Intesa San Paolo supporta le imprese attraverso la divisione Forvalue, con servizi esclusivi come le piattaforme di match-making, dei portali digitali sui quali s’incontrano domanda e offerta nei settori a più elevato tasso di crescita ,quelli digitali; sulle piattaforme citate sarà possibile trovare eventuali soci, business angels oppure venture capitalist interessati alla nostra azienda.

Il finanziato ha la possibilità di scegliere tra l’applicazione di un tasso fisso in relazione alle garanzie rilasciate e in base a valutazioni fatte con la Banca, ovvero un tasso variabile parametrato all’indice Euribor 1, 3 o 6 mesi in base alla periodicità del rimborso scelta, più uno spread, anch’esso dipendente dalle garanzie e dall’analisi fatta in fase di negoziazione con l’istituto finanziario. Lo spread attuale, infatti, è il 9% ovvero il 6% se sono presenti forti garanzie ipotecarie e il tasso fisso attuale TAN segue questa tabella:

Fondo di Garanzia 662/96
 

Garanzia Ipotecaria

SINO
SI6,20%6,50%
No9,5%10,5%

Le rate potranno avere scadenze mensili, trimestrali o semestrali e si potrà procedere all’estinzione anticipata, avviando la procedura come da diritto societario, pagando la penale prevista in percentuale sul debito residuo. Le spese d’istruttoria saranno pari a 1,5% dell’importo con un minimo di 200€ nel caso di assenza di garanzia diretta del Fondo, oppure, come già detto, si ridurranno allo 0,75% se garantite da questo, oppure tutelate da Confidi. Il costo delle comunicazioni cartacee sarà di 0,70€ a invio.

Un cenno dovuto riguarda il programma Startup Initiative, un’iniziativa internazionale i cui obiettivi sono quelli di accelerare e facilitare lo scale-up delle start up presenti sul territorio italiano, per quanto concerne le aziende ad alto livello tecnologico, in modo che siano pronte a concorrere sul mercato globale e possano allacciare rapporti di parnership performanti, oltre trovare potenziali investitori. Si può facilmente candidare la propria start up sul sito nella sezione ad hoc, tutto gratuitamente; la divisione San Paolo Innovation Center valuterà e selezionerà le proposte più meritevoli  aprendo le porte alla formazione e alle risorse disponibili per incoraggiare e favorire le aziende e i team che le compongono. Lanciato nel 2009, il programma ha realizzato ben 116 forum d’investimento tra Italia, UK, Germania, Francia, USA, Israele e anche Asia, raccogliendo oltre 142 milioni di euro da parte delle 870 start up finaliste.

Una soluzione in promozione a favore delle start up innovative, è stata implementata da Banca Intesa San Paolo, agevolando l’apertura di un conto corrente a condizioni vantaggiosissime, se effettuato entro il 30 giugno 2019. Intesa offre numerosi prodotti e servizi bancari a canone scontato per 2 anni, uno starter kit per aiutare le imprese ad alto contenuto tecnologico a muovere i primi passi sul mercato.

Il Conto Corrente in promozione, al costo di 3 euro al mese (invece che 33) si chiama Conto Business Illimitato ed ha alcuni prodotti dedicati, tra i quali:

  • Carta Debit. Carta di debito per gestire più facilmente le spese aziendali.
  • Home Banking. Servizi via internet e smartphone in modo da garantire operabilità in ogni luogo.
  • Domiciliazione utenze. Grazie all’addebito diretto con modello RID.
  • Pos Virtuale MonetaWeb(facoltativo), per il nostro e-commerce.

Al fine di approfittare di questa promozione, bisognerà recarsi necessariamente in filiale e parlare con un addetto di Intesa. Ricordiamo che i requisiti di una start up innovativa, affinché sia iscrivibile nel particolare albo creato dalla nuova normativa, sono questi:

  • Costituzione da meno di 5 anni;
  • Sede principale in Italia;
  • Fatturato annuo inferiore a 5 milioni di euro;
  • Utili non distribuiti;
  • Oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.