Smartika Conviene, Opinioni, Recensioni e Come Funziona il Prestito tra Privati

Cos’è il Social Lending

Zopa è una delle società di prestiti tra privati più antica nel mondo, sicuramente la più grande in Europa e fondata a Londra nel 2005 con il supporto di partner finanziari importanti. Zopa Italia si è trasformata nel 2011 in Smartika ed ha richiesto una nuova autorizzazione alla Banca d’Italia nel 2012, ricominciando a operare legalmente e in modo autorizzato già nel mese successivo dello stesso anno.

Smartika è una società S.p.a. operante nell’ambito del cosiddetto social lending o peer-to-peer lending che opera come istituto di pagamento regolamentato e assolutamente idoneo a operare ai sensi del D.lgs. 11/2010 per la fornitura di servizi di pagamento erogati secondo richieste di soggetti, detti Prestatori e Richiedenti: soggetti che sono attivi nel social lending e chiudono il cerchio di questa nuova frontiera di prodotti finanziari.

Smartika è diretta e coordinata da un altro istituto bancario molto famoso soprattutto nell’ambito economico finanziario degli strumenti utilizzati on line, la Banca Sella Holding S.p.a. e ha una struttura organizzativa composta di un team molto coinvolto nel progetto social. La sua solidità è comprovata, sia in termini di competenze, sia di sicurezza, sia di tecnologia e soprattutto, finanziariamente, da un patrimonio detto di vigilanza e un sistema di controlli efficiente ed efficace che monitora tutto il processo di creazione di valore e di produzione degli strumenti usufruibili da entrambi i clienti della piattaforma.

Il Social Lending è semplicemente l’applicazione della filosofia dei social network e dell’economia dello sharing e della condivisione ai prestiti, digitalizzando un processo molto comune in ambito reale: il prestito diretto tra privati. Si basa sulla creazione di una Community (una comunità virtuale) in cui sono presenti i Richiedenti, ovvero coloro che chiedono un prestito e i Prestatori (quelli che vogliono investire il proprio denaro, prestandolo e ottenere una remunerazione da quest’azione), annullando la presenza di intermediari e costi connessi, se non quelli della piattaforma tecnologica e del sistema software.

In questa logica, chi presta ottiene dei tassi d’interesse molto alti rispetto al rischio dell’investimento di altri prodotti finanziari simili e chi consegue il denaro, paga un tasso più basso in riferimento agli altri strumenti simili presenti sul mercato finanziario (ad esempio, i prestiti personali).

Come anticipato, il Social o P2P Lending è nato in Inghilterra, territorio molto legato alla finanza e alla creatività dei prodotti finanziari: in seguito alla crisi mondiale del 2008, questo nuovo modello alternativo ha scalato il mercato sia verticalmente, sia in larga scala e ora ci sono oltre 40 piattaforme simili attive in tutto il mondo.

Smartika si rivolge in modo verticale in Italia, ponendo a disposizione del popolo italiano, non proprio avvezzo a queste pratiche tecnologiche, un nuovo tipo di approccio. Il rischio per chi presta è molto limitato perché il suo denaro è diversificato tra diversi investimenti possibili ed è, inoltre soggetto a tutela da parte della società tramite un sistema di raccolta dei fondi molto complesso e di cui parleremo nei successivi capitoli.

La piattaforma web di questo sistema di prestiti tra privati è estremamente sicura perché programmata e studiata a questo scopo e l’autorizzazione da parte della Banca d’Italia è comprova schiacciante della reale efficacia del protocollo utilizzato. I contratti tra le parti sono chiari e vincolanti a tutti gli effetti, seppur sottoscritti on line e non fisicamente, il sistema controlla l’identità di ogni soggetto iscritto, sia esso Prestatore o Richiedente, tutelando la sua privacy.

Ogni persona che chiede un prestito è analizzata e valutata nel merito creditizio, assegnandogli una classe di rischio basata su dati oggettivi ricavati dagli stessi database che utilizzano gli istituti finanziari quando chiediamo l’accesso al credito:

  • Conservative (basso rischio);
  • Balanced (medio rischio);
  • Dynamic (rischio alto).

Un team di esperti valuta la documentazione prodotta da chi richiede il prestito, sia nella sostanza, sia nella forma. Come anticipato, il denaro di chi investe, è frazionato in 50 parti e va a finire nelle tasche di 50 persone diverse, minimizzando il rischio d’insolvibilità.

Smartika non è solo sicura, ma è anche efficiente e semplice. I servizi di pagamento tra Prestatore e Richiedente sono gestiti direttamente dalla piattaforma che provvede a trasferire il denaro e incassare la rata, accreditandola poi sul conto di chi investe, gestendo anche tutta la procedura di recupero crediti, nel caso ci siano mancati pagamenti. Il sito web è user friendly e potremo utilizzare l’area privata in ogni momento per ottenere le informazioni di cui necessitiamo, sia come prestatore, modificando la nostra offerta e disponendo azioni sul conto, sia come richiedente.

Il dialogo, per una community è fondamentale e Smartika non fa eccezione: il passa parola e la pubblicità per questo mezzo saranno indispensabili per la crescita di questo nuovo modo di vedere la finanza, più conveniente e sicuro, ma anche difficile da comprendere per chi pensa in modo tradizionale.

 

Smartika Prestiti

Se vogliamo avvalerci del sistema del social lending per richiedere un prestito, la procedura è molto semplice, così come la piattaforma che andremo a utilizzare. Prima di parlare dell’iter necessario, è comunque buona norma porre dei paletti; i requisiti per ottenere un prestito con Smartika sono più o meno simili a quelli normalmente richiesti dalle finanziarie tradizionali.

 

Requisiti

Analiticamente, possiamo sottolineare gli aspetti indispensabili per la valutazione del merito creditizio del richiedente e l’assegnazione del livello social di affidabilità tra i tre predeterminati (Conservative, Balanced, Dynamic) :

  • Età maggiore di 18 e minore di 75 anni compiuti al termine del finanziamento;
  • Residenza italiana;
  • Identità valida e confermabile;
  • Indirizzo email;
  • Titolarità di un conto corrente bancario o postale;
  • Reddito dimostrabile con documentazione a sostegno idonea(sia esso un lavoratore autonomo, sia un dipendente anche a tempo determinato, sia soggetto a contratto atipico oppure un pensionato da lavoro) .

La persona non dovrà essere registrato nei registri particolari dei cattivi pagatori e non essere occorso nel passato in gravi inadempienze finanziarie, non dovrà essere esposto in modo massiccio con debiti difficili da compensare e dovrà comunque avere un reddito sufficiente al sostegno di un piano rateale di rientro.

 

Come Richiedere un Finanziamento

Grazie al portale di Smartika, possiamo richiedere un prestito personale da un minimo di 1.000€ a un massimo di 15.000€ e rimborsare questo finanziamento con un piano di estinzione rateale da minimo 12 a un massimo di 48 mesi con una procedura totalmente on line e in pochi minuti.

La procedura per chiedere un prestito è molto facile e accessibile da tutti, basta un computer o un device (smartphone o tablet) e una connessione a internet. I passi sono questi:

  • Apriamo un browser web (ad esempio Chrome, Edge, Internet Explorer, Safari, Opera,etc.);
  • Navighiamo fino al sito istituzionale, digitando nella barra degli indirizzi www.smartika.it e clicchiamo sul tasto Invio;
  • Troviamo il bottone “Chiedi un Prestito” e spingiamo il tasto sinistro del mouse, selezionandolo;
  • Leggiamo le istruzioni e continuiamo a schiacciare l’omonimo pulsante in arancione;
  • Selezioniamo l’importo spostando la barra o scrivendo la cifra nella casella presente, scegliamo la durata tra le quattro opzioni (12, 24, 36 o 48 mesi) ;
  • Verifichiamo l’importo della rata tra la forbice presentata e il Taeg, compreso il totale da restituire, comprensivo delle quote capitali, le quote interessi, le commissioni applicate da Smartika, il contributo obbligatorio Smartika Lender Protection, le spese d’incasso e, facoltativamente, il premio assicurativo;
  • Deselezioniamo o lasciamo selezionata la casella inerente l’Assicurazione Inclusa(applicabile solo per importi fino a 6.000€) per scegliere se pagare il premio di Protezione Vita, a tutela di premorienza e invalidità permanente totale del titolare per un massimale di 3.000€ (la polizza copre il pagamento delle rate al posto nostro nei casi previsti e fino all’importo massimo indicato) e clicchiamo sul bottone Chiedi un Prestito in basso;
  • Ci sarà richiesto di registrarci necessariamente al portale Smartika, inserendo un indirizzo email valido (cui dovremo accedere per validare la registrazione cliccando sul link nella email che arriverà), scegliendo una username e una password difficili da trovare per estranei e facili da ricordare per noi, accettando le condizioni obbligatorie e scegliendo se dare il consenso a quella facoltativa sulle finalità commerciali;
  • Avremo dato il nostro consenso all’analisi sulla nostra persona da parte dell’istituto e dei partner e dovremo necessariamente inviare, via email o via fax, la documentazione richiesta per confermare la nostra identità e il nostro reddito, oltre il contratto controfirmato in cui ci impegniamo a ripagare il prestito secondo il piano d’ammortamento e le condizioni proposte dal sistema;
  • Dopo alcuni giorni, riceveremo conferma dell’esito positivo (o eventualmente la negazione della richiesta con allegati i motivi) e ci sarà subito accreditato sul conto corrente indicato il denaro;
  • Il sistema addebiterà mensilmente la rata da pagare sul nostro conto corrente, sul quale dovranno esserci naturalmente i fondi, distribuendo i soldi, interessi compresi, tra i vari prestatori che sono confluiti con i loro investimenti componendo la nostra richiesta;
  • Sarà possibile estinguere il prestito in ogni momento, disponendo l’azione, senza alcuna penale.

Il vantaggio di questo sistema, rispetto ai tradizionali, è il rapporto diretto con persone che possono essere impiegati, professionisti, imprenditori, ma comunque non operatori finanziari del settore e questo differenzia di molto questo tipo di prestito dagli altri.

Il vero valore aggiunto, però, è un altro: grazie a questo sistema, i costi si riducono drasticamente e, infatti, il TAEG medio di un prestito su Smartika è inferiore del 25% rispetto a quello applicato dagli operatori tradizionali più concorrenziali.

Questo social lending, inoltre, non teme comportamenti illeciti ed ha un protocollo ben progettato e una riserva finanziaria per rispondere prontamente a queste mancanze, nonché un capitale sociale ingente e ben consolidato.

 

Come Prestare Soldi

Smartika, essendo rivolto alle persone, dalle persone, consente anche l’opportunità di essere un attore nel processo di prestito, investendo i propri soldi in modo sicuro e con un buon rendimento, superiore e sicuramente molto più utile, sia per se stessi, sia per la collettività: il lato umano nel P2P lending è fondamentale per tutto il progetto del nuovo format.

I soldi che metteremo a disposizione e che ci frutteranno anche un buon margine, saranno prestati a 12 tipologie di clienti, risultato delle quattro combinazioni di durata possibili (12, 24, 36 e 48 mesi) per la restituzione e le tre classi di merito creditizio assegnate ai soggetti che chiedono il denaro (Conservative, Balanced e Dynamic).  La durata del prestito è ovviamente scelta dal richiedente, mentre la classe di merito gli è assegnato dopo analisi dell’ufficio preposto sulla storia creditizia del richiedente, interrogando le banche dati (credit bureau) e assegnando il livello minimo di rischio (Conservative) fino a quello maggiore (Dynamic) che non è un’accezione negativa, disegnando un profilo di rischio alto, ma nettamente inferiore rispetto a quello medio della popolazione italiana.

Una volta che il denaro investito confluirà realmente in un prestito reale, allora al prestatore sarà reso disponibile il nickname (non i dati anagrafici naturalmente) del richiedente e le informazioni dettagliate su di lui e sullo scopo del prestito; in questo senso, avremo il reale sentore della finalità umana del denaro, sia esso destinato a una coppia che deve arredare camera per un bambino in arrivo, sia un ragazzo che voglia comprarsi un’auto per cercare la sua strada, etc.

Il prestito, dal lato dell’investitore, è tutelato in ogni aspetto, sia dal punto di vista della sicurezza, sia da quello della remunerazione. Il Prestatore di denaro sa che ogni Richiedente è stato valutato e analizzato e sa che il suo denaro è frazionato in 50 parti, diversificando il rischio d’insolvenza del debitore; a titolo esemplificativo, un soggetto che investa 2.000€, vedrà questa cifra divisa in 50 parti da 40€ cadauna che finiranno a comporre 50 prestiti diversi a persone e richiedenti differenti.  Il protocollo utilizzato per il recupero dei crediti non esatti, è analogo a quello dei maggiori istituti finanziari tradizionali e, se non dovesse funzionare, interverrà la riserva Smartika Lender Protection.

Smartika Lender Protection è semplicemente un istituto mediante il quale la società Smartika S.p.a. con capitale sociale pari a 3.900.121,00€, ha aperto un Fondo alimentato dalle commissioni omonime applicate ai Richiedenti, che interviene nelle ipotesi d’insolvenza, qualora il recupero crediti non andasse a buon fine. La capienza del fondo, aggiornata al 29/04/2019, è di 2.523,55€ e a questo vanno aggiunti, naturalmente, i soldi del patrimonio aziendale, che, ricordiamo, intervengono a sostentamento dei creditori, qualora l’impresa fallisse.

Smartika non si limita a questo: il denaro che presteremo, sarà versato su un Conto di Pagamento, depositato presso una banca su un conto deposito di beni di terzi che, per legge, non aggredibile da parte di creditori della società e quindi non è soggetto al rischio d’impresa.

La procedura per iniziare a prestare dei soldi su Smartika è molto più semplice di quella per richiederli. I passi sono questi:

  • Apriamo un browser web da un pc o un device mobile (smartphone o tablet);
  • Digitiamo nella barra degli indirizzi l’url www.smartika.it e clicchiamo sul tasto Invio;
  • Clicchiamo sulla voce “Presta Ora” in alto;
  • Leggiamo le istruzioni e clicchiamo sull’omonimo pulsante, una volta pronti;
  • Ci sarà richiesto di registrarci, se è la prima volta che ci connettiamo, utilizzando una email valida (e utilizzabile per confermare la registrazione), scegliendo un username e una password da conservare gelosamente e non comunicare ad altri soggetti;
  • Una volta dentro il sistema, dovremo scegliere la somma che vogliamo rendere disponibile per la community, il rendimento in percentuale desiderato e la durata del prestito a cui vogliamo vincolare i nostri soldi, naturalmente puntando sui settori ove la domanda è più alta;
  • Smartika aprirà un conto di pagamento a nostro nome e dovremo trasferire i soldi in questo, rendendoli disponibili alle nostre condizioni naturalmente;
  • Le parti del denaro che abbiamo versato (diviso in 50 frazioni), andranno a comporre i diversi prestiti e inizieranno a fruttare una volta ottenuto un prestito dal Richiedente che inizierà poi a corrispondere una remunerazione a tutti i titolari delle frazioni;
  • In ogni momento potremo gestire il nostro conto di pagamento in tutta autonomia, ritirando le somme disponibili o rimettendolo automaticamente in circolo per alimentare altri prestiti e generare altro reddito. Avremo inoltre molte informazioni analitiche sull’andamento del conto e sulla remunerazione del nostro denaro, valutando la reale economicità dell’investimento.

Il denaro sarà sempre nostro e la piattaforma Smartika, ci consentirà di rientrarne velocemente in possesso nel caso di spese impreviste e di necessità, senza dover attendere la conclusione dei prestiti; grazie alla funzione Rientro Rapido, disponibile nella nostra area riservata, nella gestione del conto di pagamento, riceveremo, entro un paio di giorni lavorativi, i nostri soldi, secondo il loro status:

  • Le somme di denaro non ancora impegnate o non offerte saranno riaccreditate sul nostro conto corrente in modo gratuito;
  • Le somme di denaro in prestito dovranno essere messe in vendita, sempre secondo la nostra volontà. Queste frazioni saranno cedute ad altri Prestatori che pagheranno la quota capitale divenendo titolari della rispettiva quota all’interno del dato prestito.

 

Preventivo Online

Sul sito web di Smartika, all’atto di chiedere un Prestito, è presente uno strumento web molto carino che ci consente di verificare da subito una forbice dei possibili tassi d’interesse applicati al finanziamento richiesto. Basta inserire la cifra nella casella apposita o utilizzare la barra per scegliere un valore, selezionare il piano di dilazione tra quelli possibili e valutare se associare la Polizza Assicurativa(applicabile solo fino a richieste pari a 6.000€) a tutela del prestito oppure no.

Facendo ciò, otterremo possibili pagamenti rateali e TAEG associati. Ad esempio, per un prestito di 15.000€, restituibile in 48 rate, pagheremo rate da € 347,64 a € 373,70 a un TAEG da 5,5% a 9,4% per un importo totale da rifondere da 16.782,52€ a 18.033,83€ (incluse commissioni Smartika, contributo Smartika Lender Protection e spese d’incasso). Se ci occorrono 3.000€ e vogliamo restituirli in 24 mesi, allora le rate andranno da € 132,99 a € 138,97 ai TAEG da 6,2% a 10,8% e importi totali da € 3.239,85 a € 3.383,36. Se vogliamo 10.000€, possiamo scegliere di restituirli in 12 mesi pagando rate da € 858,80 a € 889,33 (TAEG da 5,6% a 12,9%), rimborsando una cifra finale da € 10.329,59 a € 10.696,00.

 

Opinioni

Come anticipato, Smartika opera nel mercato finanziario in modo autorizzato e in tutta sicurezza, essendo consapevole del fatto che una simile e moderna attività richieda fiducia da parte degli attori coinvolti. A tal fine, il protocollo di recupero dei crediti, nei casi rari d’insolvenza, è molto elaborato e complesso, paragonabile a quello dei grandi istituti finanziari. I passi che Smartika compie, nel caso di mancati pagamenti di una rata di un prestito, sono i seguenti:

  • Attività recupero iniziale interno per i primi 15-20 giorni. Avvisi via telefono e via email.
  • Attività recupero telefonico. Nei successivi 30-40 giorni, la posizione è affidata a una società esterna partner per il recupero del credito che cerca di contattare telefonicamente il debitore e monitora anche la rata successiva in procinto di scadere.
  • Attività recupero telefonico e verifica domiciliare. Se non ci fosse una risoluzione positiva, la posizione passa a un’altra società di recupero crediti che nei successivi 60 giorni cerca un contatto telefonico ed effettua verifiche domiciliari, qualora questi contatti siano infruttuosi.
  • Valutazione Piano di Rientro. Nel caso le rate da pagare siano oramai 4, viene intimato al debitore di corrispondere il debito, pena la decadenza di tutto il piano d’ammortamento; è incaricata un’altra società per cercare di negoziare con il debitore un piano di rientro e questo processo dura 90 giorni circa.
  • Istituto Mediazione Civile o Attività Stragiudiziale. In caso di esito negativo, dopo 12 mesi circa dal primo ritardo, sono adite le vie legali e si cerca di capire se il titolare del debito abbia dei cespiti o dei redditi da pignorare; a seconda dei casi si procede con l’istituto della mediazione o dell’attività stragiudiziale.
  • Intervento Smartika Lender Protection. Se il creditore non dovesse rientrare in possesso dei suoi soldi, allora il Fondo predisposto dalla società interverrà rifondendo completamente il Prestatore.

Smartika è una società per azioni e non offre certamente la sua piattaforma tecnica, né il servizio gratuitamente, ma richiede un piccolo compenso, sia dal lato dei Richiedenti, sia da quello dei Prestatori; i primi versano il contributo per il Fondo Smartika Lender Protection, a tutela del credito e pagano una commissione, in base alla classe di merito cui sono assegnati secondo il principio minor rischio, minor costo. Il richiedente paga inoltre 2,00€ per ogni incasso mensile, come addebito, tranne che nel caso di scelta del piano di ammortamento pari a 12 mensilità; se il prestito è estinto in anticipo, non sono applicate penali, ma non può ottenere il rimborso della commissione perché legata all’istruzione del prestito.

I Prestatori corrispondono anch’essi una commissione, però in percentuale, pari all’1% della somma in prestito; la commissione è calcolata su base giornaliera e addebitata mensilmente, considerando solo le frazioni di denaro effettivamente presenti nel sistema al momento del calcolo e non quelle ancora prestate o già ripagate. Ad esempio, se un prestatore dà 2.000€ al 7%, guadagna 140€ ogni anno se la somma è sempre in prestito: la commissione, pari all’1%, sarà di 20€, quindi il guadagno netto diverrà 120€.

Se il debitore non rifonde il prestito ed è insolvente, al prestatore non è addebitata la commissione relativa: Smartika si propone di essere un sistema sicuro e giusto, proprio per guadagnarsi la fiducia dei clienti e dei finanziatori che sono soggetti attivi e agenti nel sistema.

Se il prestatore richiede anticipatamente il rientro della liquidità prima della fine dei prestiti connessi, Smartika percepisce per l’operazione di cessione delle quote ad altri prestatori, un costo una tantum di 15€+ 1% del valore totale dei prestiti ceduti.

Ovviamente i guadagni derivanti da questa piattaforma devono poi essere sottoposti alla legislazione fiscale vigente e Smartika agisce, da qualche tempo, come sostituto d’imposta, trattenendo il 26% sugli interessi percepiti nel corso dell’anno. Ritornando all’esempio precedente, da 120€, ci saranno accreditati 88,80€ (120*26%=31,2, 120-31,2=88,80€).

 

Contatti

Concludiamo l’articolo sottolineando la presenza sul sito web di una sezione dedicata alle cosiddette F.A.Q. dove potremo trovare le risposte ai dubbi e alle domande più ricercate, ovvero la possibilità di utilizzare il blog della community per comunicare direttamente con gli altri soggetti presenti e con il team di Smartika, non dimenticando che questo sistema è fatto di umani e si tratta di prestiti tra privati e non ci sono banche o istituti finanziari.

Se vogliamo contattare la società Smartika o, al fine d’inviare i documenti, i numeri disponibili sono molti:

  • Numero Verde Assistenza Clienti: 800 911 602 (da telefono fisso);
  • Telefono Sede Legale Milano: 02 40706132 (da cellulare);
  • Fax per l’invio dei documenti: 02 39304958;
  • Indirizzo: Smartika SpA, Via Filippo Sassetti, 32 CAP 20124 Milano (MI);
  • Email: info@smartika.it.

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi